Home Tramontipizza Home Elezioni I Candidati    Consult.  precedente   Seggi   Programma

  Scrutini e Risultati

“UNITI PER TRAMONTI "


Programma


1) Legalità e trasparenza negli atti dovuti dal comune verso i cittadini.

Partecipazione dei cittadini alle scelte politiche e programmatiche attraverso l'istituzione dei consigli di frazione. Aggiornamento statuto e adozioni di regolamenti per la tutela dei diritti dei cittadini e per gli obblighi del comune verso di essi e viceversa. Nomina del difensore civico.

 

2)Ambiente e territorio: riqualificazione urbanistica con eventuale ridefinizionc del P.R.G. arredo e decoro degli abitati.

Le opere pubbliche necessarie vanno ridefinite in funzione dello sviluppo sostenibile dal territorio sia dal punto di vista economico che dal punto dì vista dell'assetto idrogeologico, con valutazione del rischio e sua riduzione. Istituzione dei nucleo di protezione civile, raccolta dìfferenziata della spazzatura., regolamento di igiene urbana.

Il parco dei Monti Lattari come dimostrazione che non esiste incompatibilità tra rispetto dell'ambiente e sviluppo del territorio.

 

3)Sviluppo economico: promozione dei prodotti agricoli e artigianali caratteristici. Promozione e sostegno dell'agriturismo. Incentivi anche economici alla costituzione di nuove attività produttive nel campo dell'artigianato, dell'agricoltura, del turismo, della cooperazione e del commercio, accensione di mutui a carico del bilancio, se necessario.

 

4)Scuola ; Agevolare il diritto allo studio con il sostegno alle fasce deboli: nella scuola dell'obbligo incrementare i rapporti tra scuola e società, con valorizzazione dell"identità del nostro paese e del senso civico.

 

5)Società; sostegno alle iniziative in campo culturale, sociale e di aggregazione da parte di enti. gruppi o associazioni spontanee. Realizzazione di centri sociali. Impulso e nuovi ruoli per la Pro- Loco, quale associazione di riferimento per l'immagine esterna del paese.

 

6)Famiglia e solidarietà: Assistenza anziani, obiettivo primario come impegno morale e anche come vera e propria fonte di sviluppo occupazionale; sostegno economico e di servizi alle situazioni di bisogno e disagi sociale in linea con le politiche regionali e nazionali di aiuto alla famiglia.

 

7) Completamento impianti sportivi: il paese come riferimento per le pratiche sportive nell'ambito della Costiera Amalfitana.

 

8)Amministrazione comunale: sviluppo strumenti telematici per portare il comune nelle case, lotta agli sprechi economici, manutenzione del patrimonio comunale e sua rivalutazione, completare i1 condono edilizio, equità fiscale.

Migliorare la qualifica  dei servizi erogati anche con la  loro gestione in comune con altri enti.

 

“TRAMONTI DEMOCRATICA”


Programma


Elezione per il rinnovo del Consiglio Comunale di TRAMONTI

12 e 13 Giugno 2004

 

Il candidato alla carica di Sindaco Sig. Armando Imperato

 

ed i candidati alla carica di Consiglieri Comunali Sigg.ri :

 

1      Amatruda Domenico

2      Amodio Rosa

3      Bove Guido

4      Costabile Bonaventura

5      Di Martino Carolina

6      Falcone Francesco

7      Ferrara Carmine

8      Francese Quirino

9      Giordano Antonio

10    Giordano Umberto

11    Marrazzo Valentino

12    Rossi Armando

13    Russo Gelsomina Anna

14    Savino Alfonso

15    Savino Vincenzo

16    Vitagliano Emilio

per la lista avente il contrassegno

 

Vela sulla cresta dei monti con scritta “Tramonti Democratica”

 

Così come disposto dall’art. 71 – comma 2 del Decreto Legislativo n. 267 del 18.8.2000, presentano il

 

Programma Amministrativo

 

contenente le iniziative che si intendono avviare durante il mandato politico-amministrativo, ritenendo che gli elettori  debbano non solo scegliere chi li governerà nel prossimo quinquennio ma anche esprimersi sulle linee generali di sviluppo che si propongono per la comunità locale.

 

MISURA 1 : VITA SOCIALE

 

1.1  – Assistenza Anziani

 

Il problema dell’assistenza agli Anziani diventa sempre più cogente per l’aumento della popolazione anziana e per la sempre più ricorrente circostanza della solitudine. Si potenzierà l’erogazione del servizio ADA integrato dall’assistenza di natura sanitaria (ADI). Si attiverà un servizio di Telesegretariato con le strutture realizzate nell’ambito del progetto “Tecnologie a servizio delle popolazioni rurali”. Si potenzierà una rete di strutture sociali necessarie per l’aggregazione dei soggetti anziani e per eliminare il più possibile situazioni di disagio e di solitudine.

 

1.2  – Assistenza Persone diversamente abili

 

Si attiveranno iniziative e si potenzieranno quelle in atto destinate a rendere una vita più agevole ed a creare occasioni di aggregazione, di recupero e di maturazione per i portatori (frequenza laboratori, centri diurni, centri medici) mentre si creeranno condizioni di sollievo per le famiglie (aiuto domiciliare).

 

1.3  – Assistenza Minori e Famiglie

 

La tutela dei diritti e lo sviluppo dei soggetti in età evolutiva è il punto di partenza di ogni progetto politico teso a sviluppare il “sociale” in un’ottica di evoluzione, programmata sui mutamenti culturali e di costume. Vanno quindi attuate iniziative tese alla difesa del diritto del minore a vivere e crescere nell’ambito familiare, riconoscendo la centralità del ruolo della famiglia alla quale va riservata ogni attenzione; vanno attivati servizi a sostegno della famiglia e della genitorialità; vanno promosse iniziative di solidarietà per la creazione di una rete associativa di famiglie; vanno attivati servizi per il tempo libero che siano ricchi di proposte e rendano gli adolescenti protagonisti; vanno sostenute le realtà associative e le organizzazioni capaci di sostenere ogni iniziativa a favore delle famiglie; vanno pubblicizzate le disposizioni legislative che consentono di accedere a sostegni economici; vanno create strutture sociali ove sia possibile l’incontro tra adolescenti e famiglie;

 

1.4  – Assistenza generica

 

 Aumentano sempre di più casi di disagio vissuti nel chiuso dell’ambito familiare e che devono essere individuati e sostenuti soprattutto con aiuti economici. In tale direzione saranno prontamente attivate le procedure per il riconoscimento del reddito di cittadinanza il cui regolamento di attuazione è stato di recente approvato dalla Giunta Regionale (corresponsione della somma di 350 € mensili ed interventi di accompagnamento per l’inserimento formativo, lavorativo e scolastico per il superamento di condizioni di disagio).

Il buon livello di assistenza sanitaria d’emergenza sarà ulteriormente migliorato con l’utilizzo sistematico delle attrezzature del poliambulatorio medico mobile.

 

1.5  Informagiovani

 

Il Punto Informagiovani dovrà sempre di più divenire non solo luogo di informazione ma, per un Comune come Tramonti, momento e luogo di incontro per i giovani ove poter acquisire esperienze e diventare promotori e attori di iniziative di grande valenza sociale e culturale. L’ufficio sarà ulteriormente dotato di supporti tecnici ed informatici capaci di rispondere alle esigenze del servizio. Per i giovani si progetterà una mediateca per offrire opportunità di incontri e servizi per quanti ancora privi di supporti informatici.

 

MISURA 2 – AMMINISTRAZIONE

 

2.1 – Uffici

 

Si continuerà l’opera di miglioramento degli ambienti di lavoro e si intraprenderà ogni iniziativa per creare le migliori condizioni ai fini della qualità della vita dei lavoratori e delle prestazioni e dello sviluppo ed efficienza dell’amministrazione, in linea con quanto ultimamente raccomandato nella direttiva del 24.3.2004 del Dipartimento della Funzione Pubblica.

Sarà varato un progetto generale di nuovi arredi più rispondenti alle necessità ed esigenze di lavoro, con peculiarità specifiche per ogni diverso ambiente e servizio.

Saranno adeguati e potenziati i supporti informatici al fine di renderli più rispondenti alle esigenze e più sicuri.

 

2.2 – Servizi

 

Obiettivo primario sarà quello di perseguire, con ogni mezzo ed iniziativa, la piena  efficienza ed efficacia dei servizi, nella consapevolezza che ciò si tradurrà in maggiori benefici per la collettività e per ogni singolo cittadino che avrà necessità di adire i servizi comunali. Dovrà essere attivato necessariamente l’Ufficio Relazioni col Pubblico, ritenendo tale istituzione di vitale importanza per il cittadino e per l’Amministrazione. Collateralmente dovrà essere istituito lo Sportello del consumatore o del cittadino, organismo che dovrà raccogliere i reclami del pubblico e cercare di risolvere controversie con l’amministrazione pubblica.

 Saranno attivati tutti quei provvedimenti previsti da specifiche norme legislative, statutarie e regolamentari per rendere più snella la macchina burocratica e dotare gli uffici di adeguate figure professionali necessarie per gestire la cosa pubblica con metodi più rispondenti ai tempi. Ciò anche al fine di essere in grado di seguire tutti i cambiamenti ed essere sempre attenti e pronti ad attingere ad ogni possibile fonte di finanziamento sia nazionale che comunitaria.

Particolare attenzione sarà posta nei confronti di quei servizi che dovranno garantire all’ente le entrate necessarie per il funzionamento dell’ente.

Sarà, infine, attuata la Direttiva del 24.3.2004 del Dipartimento della Funzione Pubblica in ordine alla rilevazione della qualità percepita dai cittadini, che ha come scopo l’ ascolto e la partecipazione dei cittadini per progettare sistemi di erogazione dei servizi commisurati ai bisogni effettivi dei cittadini stessi.

Sarà attivato il Punto Clienti dell’INPS presso il Comune, per far si che i cittadini, senza recarsi presso le sedi INPS, possano usufruire : a) tutte le informazioni di carattere generale; b) resoconto a stampa della posizione contributiva; c) emissione a stampa del Mod. CUD di certificazione dei redditi pensionistici; d) duplicato a stampa dei modd. OBIS/M, e) informazioni sull’iter delle domande di pensione inoltrate.

 

2.3 – Esercizio associato di servizi

 

Realizzare e sviluppare con i Comuni limitrofi progetti di cooperazione e gestione associata di servizi comunali, al fine di fronteggiare la complessità delle funzioni affidate ai Comuni . L’obiettivo sarà quello di migliorare la qualità dei servizi erogati e l’ottimizzazione delle risorse economico – finanziarie, umane e strumentali.

 

2.4 – processo di innovazione della pubblica amministrazione

 

Attuazione graduale del progetto ASME.NET. La partecipazione al Consorzio ASMEZ, che gestisce il progetto, consentirà, gradualmente, ai cittadini di usufruire dei servizi del Comune attraverso il telefono, il proprio personal computer collegato ad internet o attraverso apposite postazioni dislocate sul territorio comunale. In particolare i cittadini potranno accedere ai seguenti servizi :

·        Essere cittadino : misura dati anagrafici, visure atti, bandi e concorsi, sportello reclami, determinazione ISEE, servizi sociali, rete civica;

·        Abitare : richiesta cambio di domicilio/residenza;

·        Studiare : informazioni scolastiche, iscrizione on line, registro di classe on line;

·        Lavorare : domande/offerte di lavoro;

·        Percepire la pensione : consultare dati contributivi;

·        Pagare le tasse : calcolo e pagamento ICI, pagamento TARSU, pagamenti telematici;

·        Fare o subire denunce : difensore civico on line;

 

Le imprese potranno accedere ai seguenti servizi :

·        Avviare un’attività : lavorare in proprio;