tramontipizza

Web  
 

 

Dir.:M.R.Sannino

Tramonti Pizza Benvenuto nel sito di Tramonti e dei suoi pizzaioli nel Mondo

 

 

Ritorna alla pagina precedente
http://www.tramontipizza.org/fino 25 apr
 
Ultimissime
 

Gran Concerto

Le Campne di Natale


Teresa & Patrizio

Sposi

20 Gennaio 2013

news!!! CORTEO STORICO

TRAMONTI 2012


LA CASA DELL' ACQUA


SPLENDIDO E SOLENNE AVVIO DELLA LUNGA
FESTA PER IL RESTAURO

DELL'ORGANO "CARLOROSSI"
CAMPINOLA DI TRAMONTI (Sa)

Continua...



13 giugno 2011

Costiera Amalfitana: Volley week end??? UN SUCCESSO!!!!


Cade l'aereo di GIOVANNI FERRARA Commozione e sgomento a Campinola-TRAMONTI


 
 
 
 
 

stemma comunelogo_premio_lettCOMUNE DI TRAMONTI

Prov. Salerno

 

Mario Carotenuto, Luisa Patrizia Milo, Vincenzo Pastore, Delio Rossi, Gianfranco Coppola, Enrico Varriale, Giampiero Mughini, Alfonso De Nicola, Francesco Romano, Massimo Taibi, David Mounard, Roberto Breda, Candido Fortunato.

a Tramonti 8-15-16 Giugno

per la cerimonia conclusiva dell’ XI edizione del Premio letterario “Città di Tramonti”

 

In occasione della cerimonia conclusiva del Premio letterario “Città di Tramonti” il Comune di Tramonti ospiterà, presso l'aula consiliare del Comune, autorità, artisti, giornalisti e scrittori.

La cerimonia si dividerà in tre momenti di grande impatto culturale, sociale ed educativo.

Sabato 8 Giugno, ore 17.30, Aula Consiliare del Comune di Tramonti: presentazione del libro “Il Verde di Tramonti” di Mario Carotenuto, un artista che non ha mai dimenticato le sue origini, sempre legato al paesaggio dell’infanzia che rimane intatto nelle sue opere. Dopo il saluto del Sindaco, dott. Antonio Giordano, ci sarà l’intervento dell’artista Mario Carotenuto, coordinerà il giornalista Mario Amodio. Seguirà l’apertura della mostra delle opere tramontane nella chiesa di San Giovanni Battista, in Piazza Polvica, che sarà chiusa domenica 16 giugno, in occasione della cerimonia conclusiva della XI edizione del Premio artistico – letterario.

Sabato 15 Giugno, ore 10.00, Aula Consiliare del Comune di Tramonti: gli alunni delle classi della Scuola Primaria e Secondaria dell’Istituto Comprensivo “Giovanni Pascoli” inviteranno tutti a partecipare al dibattito sul tema IDEE IN MOVIMENTO/MOVIMENTIAMOCI CON LE IDEE: quando lo sport diventa scuola di vita, di valori, di creatività, di…idee.

Un percorso formativo e culturale sulla pratica sportiva sana e salutare dal punto di vista fisico, mentale e comportamentale: non violenza, tolleranza, solidarietà e collaborazione sono i valori fondamentali trasmessi dallo sport e che movimentano le idee sollecitando la crescita creativa del bambino di oggi.

Al saluto del Dirigente Prof.ssa Luisa Patrizia Milo, del primo cittadino Antonio Giordano e del Coordinatore del Premio Vincenzo Savino seguiranno gli interventi di: Vincenzo Pastore – Presidente FIGC Campania, Delio Rossi – allenatore della Sampdoria UC, dott. Alfonso De Nicola – responsabile staff sanitario Calcio Napoli, dott. Andrea Iovino – direttore artistico BIMED, prof. Giuseppe Gargano – storico medievalista, Francesco Romano – procuratore sportivo ed ex calciatore, Massimo Taibi – ex portiere e responsabile settore giovanile Modena FC, David Mounard – attaccante della Salernitana 1919, Roberto Breda – allenatore di calcio.

Durante il dibattito presenteranno le loro opere: prof.ssa Solange Sabin Sonia Hutter – Dirigente Scolastico Liceo Scientifico E.Marini di Amalfi: “Ercole, Aldemio e il Portale Presbite”; Enrico Varriale – giornalista sportivo RAI: “Napoli 8 ½”; Giampiero Mughini – giornalista: Addio gran secolo dei nostri vent’anni”.

A fine giornata saranno premiati gli alunni dell’istituto comprensivo di Tramonti vincitori del concorso “Presi nella rete…dello sport” con magliette autografate di famosi calciatori di serie A.

Coordinerà  i lavori della mattinata il giornalista RAI Gianfranco Coppola.

Domenica 16 Giugno, ore 17.30, Aula Consiliare del Comune di Tramonti: cerimonia di premiazione dei vincitori dell’XI edizione del Premio artistico-letterario “Città di Tramonti”.

Aprirà la serata la proiezione di un video sulla breve vita del giovane poeta di Tramonti Pietro Tagliafierro, affetto da distrofia muscolare: argomenti principali saranno le passioni che lo hanno reso felice in vita, la poesia, l’arte, il disegno, lo sport, il suo modo di “fare calcio”.

Seguirà il saluto del Sindaco di Tramonti dott. Antonio Giordano e l’introduzione del Presidente del Premio Prof. Umberto Giordano. Interverranno la Prof.ssa Luisa Patrizia Milo – Dirigente scolastico I.C. G. Pascoli Tramonti, Delio Rossi – allenatore della Sampdoria UC, dott. Alfonso De Nicola – responsabile staff sanitario Calcio Napoli, Francesco Romano – procuratore sportivo ed ex calciatore, Massimo Taibi – ex portiere e responsabile settore giovanile Modena FC, David Mounard – attaccante della Salernitana 1919, Candido Fortunato – procuratore sportivo, Giampiero Mughini – giornalista, Enrico Varriale – giornalista sportivo RAI, Pasquale Amato – Presidente del Forum dei Giovani di Tramonti. Coordinerà la serata il decano dei giornalisti della Costiera, Dr Luigi De Stefano.

La serata proseguirà con la premiazione dei vincitori del concorso al quale hanno partecipato numerosi concorrenti, suddivisi nelle categorie narrativa, poesia inedita, poesia in vernacolo, pittura, fotografia e ceramica. Una sezione speciale è stata dedicata ai lavori dei ragazzi delle scuole elementari e medie, suddivisi in fiabe e poesie.

L'evento sarà patrocinato dalla Regione Campania, Provincia di Salerno ed EPT.

Locandina:http://www.tramontipizza.org/NEWS2013/pletterario1.jpg


Si è spento a Brescia all'età di 92 anni

INS. BONAVENTURA MACCHIAROLA

PRIMO CITTADINO DAL 1956 AL 1960

(Brescia) il 31 marzo 2013

Nato a Tramonti il 7 luglio 1920 e deceduto in Orzinuovi (Brescia) il 31 marzo 2013, giorno di Pasqua.Tramonti lo vuole commemorare per il servizio pubblico svolto in questo Comune, quale Sindaco della nostra comunità e quale insegnante alle scuole elementari.Ha ricoperto la carica di Sindaco da agosto 1956 a dicembre 1960.

Erano anni durissimi. Si iniziava la ricostruzione materiale e sociale del paese dopo il secondo conflitto mondiale e dopo l’alluvione del 1954.

Le risorse erano scarse e i problemi tanti da affrontare. Oltre che con la povertà bisognava fare i conti con l’assoluta mancanza di infrastrutture.Pur in questa situazione generale di grande difficoltà, l’Amministrazione, retta dal Prof. Macchiarola, seppe orientarsi, comprendere i tempi e individuare gli interventi prioritari che avrebbero avviato lo sviluppo del paese.Iniziava un grande progetto di alfabetizzazione ed istruzione della popolazione.

In un contesto di arretratezza veniva data priorità assoluta all’educazione scolastica: ogni frazione avrebbe avuto la sua scuola elementare; qualcuna anche due.Nel 1957 venivano completati gli edifici scolastici di Casa Vaccaro, Campinola, Cesarano e Pietre; nel 1958 avviata la costruzione di quelli nelle frazioni di Capitignano, Figlino, Novella, Ferriera e Gete; nel 1959 si avviava la costruzione delle scuole in Corsano e Pietre.Nel quadriennio, altre opere pubbliche venivano avviate: acquedotto, fognature, strade (come quelle per la Frazione Gete, fra Trugnano e Corsano, fra Capitignano e Pietre, fra Pietre e Cesarano).

Si iniziava l’elettrificazione di molte zone rurali, si completavano le case popolari in frazione Polvica.Per molti degli interventi e delle opere si attingeva ai fondi della ricostruzione dopo l’alluvione dell’ottobre del 1954.Un quadriennio, come dimostrato, di intensa operosità e grande dedizione ed impegno per il proprio paese.All'impegno di amministratore pubblico corrispondeva una vita lavorativa altrettanto intensa e proficua: fu insegnante elementare ad iniziare dall’anno scolastico 1943/44. Insegnò in molte scuole della Provincia di Salerno, con la nomina in ruolo nell’ottobre del 1958. Per molti anni insegnò nelle nostre scuole elementari, ove raggiunse il traguardo della pensione il 1° settembre del 1987. In Tramonti ebbe modo di insegnare nei plessi di tutte le frazioni, lasciando la sua impronta di uomo onesto ed impegnato in molte generazioni.


Sabato 30 Marzo ore 12:00 Aula Consiliare del Comune

Presentazione di una nuova realtà

NASCE IL TG TRAMONTI

Il Tg TRAMONTI News nasce dall'esigenza di informazione che caratterizza il mondo contemporaneo. Dare informazioni ed essere informati è un processo al quale siamo,ormai,tutti abituati e del quale non possiamo fare a meno. Spesso conosciamo quanto avviene nel mondo e ci sfugge quanto accade nella nostra contenuta realtà cittadina. Abbiamo tutti l'obbligo di informare e informarci, per un maggiore coinvolgimento nella vita del nostro paese e per poter esprimere idee e dare contributi avendo sempre conoscenza e coscienza della realtà.

Tutto ciò è oggi possibile grazie ad un gruppo di amici che hanno creduto in questo progetto.

L'intento, dunque, è quello di mettere al corrente i cittadini su ciò che accade nel nostro paese e allo stesso tempo farlo "vivere" a tutte quelle persone che ci seguono da lontano e che hanno salde radici con la terra natìa.

Un invito a tutti a seguirci con costanza: la vostra vicinanza sarà la nostra forza.

Un invito, ancora, a collaborare con noi e tenerci informati costantemente sui vari eventi sociali.

Un augurio a questo notiziario che oggi vede la luce ed un abbraccio virtuale a tutti voi che ci seguite.

Staff: Maria Vaccaro-Stefania Savino-Sara Giordano-Maria Francese-Gennaro Francese-Nino Anastasio.


 

 

 

 

 

 

Gran Concerto

Le Campane di Natale

Nel cuore delle feste natalizie si rinnova, a Tramonti, il tradizionale concerto di Natale. Evento che nacque ben sedici anni fa, nel lontano 1997, dall’idea dell’allora padre guardiano del Convento S. Francesco di Tramonti, Padre Renato di Martino e del M° Giancarlo Amorelli... Continua


 

Il mosto che diventa vino

 

Domenica 25 novembre 2012, nella frazione di Gete, si terrà la VII edizione de “Il mosto che diventa vino”, manifestazione che mira alla valorizzazione e  promozione dei prodotti autoctoni enogastronomici, in particolar modo il vino tintore, un vino centenario che proprio a Tramonti sta rinascendo... Continua


Tramonti, incontro dibattito con l'oncologo Antonio Giordano:

"Campania, terra di veleni"

Saranno presenti i medici di base della Costiera amalfitana, e il responsabile del registro tumori della Provincia di Salerno che analizzerà i dati raccolti sull'incidenza delle patologie tumorali nella popolazione locale.

Prima di ricevere a Napoli il Premio Grande Ippocrate, dedicato alla ricerca e alla divulgazione scientifica, l'oncologo di fama internazionale Antonio Giordano, terrà il giorno prima, domenica 18 novembre, ore 16,30, a Tramonti in Costiera amalfitana, la presentazione del libro denuncia "Campania, terra di veleni".

L'incontro-dibattito è organizzato dall'Associazione Costiera amalfitana Riserva Biosfera (Acarbio) e dal Comune di Tramonti che intende così dare avvio ad una serie di incontri periodici per la prevenzione, diagnosi e terapia di frequenti malattie tumorali.

Intendo con questo progetto "dichiara il sindaco del comune di Tramonti, Antonio Giordano (omonimo dell'oncologo, ndr)  portare a conoscenza di tutti le patologie tumorali attraverso incontri con esperti professionisti che sono impegnati nella lotta contro il cancro".

Saranno presenti i medici di base della Costiera amalfitana, e il responsabile del registro tumori della Provincia di Salerno, Luigi Cremone.

Occasione per presentare pubblicamente i dati raccolti sull'incidenza delle patologie tumorali nella popolazione locale, che ormai vede in quasi ogni gruppo familiare almeno un parente che lotta contro il cancro.

La Costiera amalfitana è ancora un'isola felice o c'è un'impennata di malati di cancro. A questi quesiti risponderanno gli esperti durante l'incontro che prevede anche una diretta streaming sul sito www.acarbio.org

 

Antonio Giordano è un ricercatore di fama mondiale. Allievo del premio Nobel James D. Watson, ha scoperto alcuni fattori chiave nella regolazione del ciclo cellulare, offrendo con questi studi, un contributo essenziale alla comprensione dei meccanismi molecolari alla base dell'insorgenza dei tumori. Si è anche impegnato nella divulgazione scientifica e nella sensibilizzazione dell'opinione pubblica sulla prevenzione del cancro.

Presidente dello Sbarro Institute for Cancer Research, docente presso il Dipartimento di Patologia Umana ed Oncologia dell'Università di Siena, ha raccolto la preziosa eredità ricevuta dal padre Giovan Giacomo, originario di Corbara, che studiava ben 35 anni fa gli stessi fenomeni: il rapporto tra "cancro e ambiente".

Sulla rivista "Cancer Biology and Therapy" ha pubblicato uno studio epidemiologico su cancro e rifiuti e ha creato un gruppo di ricerca al lavoro sulle questioni ambientali.

"Già all'età di 7 anni ero consapevole che nel mio futuro ci sarebbe stata la ricerca scientifica", così scrive Antonio Giordano nella prefazione del suo libro denuncia, scritto a quattro mani con il virologo Giulio Tarro.

Evento: Presentazione libro bianco "Campania, terra di veleni" dell'oncologo Antonio Giordano e dati sui tumori in Costiera amalfitana

Dove: Tramonti, aula consiliare, frazione Polvica

Quando: domenica 18 novembre, ore 16,30

Per info: Associazione Costiera Amalfitana Riserva Biosfera tel: 089 8423305  

 


  Insieme per ricordare i nostri cari defunti

 

Dalle regioni del Nord a quelle del Sud del nostro paese i primi giorni di novembre sono dedicati alla commemorazione dei defunti. Anche Tramonti, come ogni anno, ricorda i suoi cittadini scomparsi. La cerimonia commemorativa è iniziata nel pomeriggio del primo giorno di novembre, con la tradizionale “Fiaccolata Per I Defunti”. Un appuntamento costante che vede i partecipanti muoversi dalla Chiesa della Frazione di Capitignano al Colle del Cimitero; una volta accese le candele, alle 17,30,  al ritmo di preghiere e canti a suffragio dei defunti, in un clima di devozione e silenzio più di duecento fiaccole hanno raggiunto in processione il cimitero, dove mille e più luci sorelle, poste sulle tombe hanno accolto i pellegrini, alcuni dei quali,  dopo aver concluso la fiaccolata, si sono fermati per pochi minuti sulle tombe dei propri cari.

Presenti alla manifestazione tute le autorità cittadine, dal Sindaco ai Vigili Urbani, dai Carabinieri alla Protezione Civile, fino alla Croce Rossa Italiana.  Al termine della fiaccolata il ritorno a Capitignano è stato favorito dal servizio di trasporto degli scuolabus; la serata avrebbe dovuto concludersi a Polvica, dove la Pro Loco di Tramonti ha organizzato la “Castagnata”. In realtà questa seconda parte della manifestazione ha avuto breve durata a causa del maltempo, che ha dominato gli ultimi giorni di ottobre e tutta la giornata del primo giorno di novembre, concedendo una tregua solo per la durata della fiaccolata, come se volesse permetterne la riuscita…

Il momento celebrativo più sacro si è tenuto il giorno del 2 ottobre, quando tutto il paese si è riunito sul cimitero per ricordare i propri cari attraverso il rito sacro e la benedizione delle tombe.

Ancora oggi viene rispettata la tradizione secolare della pizza di grano a pranzo nel giorno del 2 novembre. Già dai tempi dei nostri nonni ed anche dei nostri bisnonni al termine delle celebrazioni del giorno dei defunti, in un epoca in cui la macchina non era così  diffusa come oggi e il miglior mezzo di trasporto erano le proprie gambe,  alla discesa dal colle del cimitero si ci fermava al forno per acquistare le pizze di grano da mangiare in famiglia. Oggi le cose sono un po’ cambiate infatti c’è l’automobile e le pizze si comprano nei ristoranti di Tramonti, che per questa giornata sfornano pizze di grano e di farina bianca per pranzo, forse non tutta la famiglia è riunita a pranzo per vari motivi, lavoro, impegni ecc, ma rimane ancora viva la parte più importante di questa giornata: la funzione religiosa sul cimitero.

Le celebrazioni sono terminate domenica 4 novembre, la giornata dell’ Unità nazionale in onore dei caduti in difesa della pace, i caduti di tutte le guerre.  In contemporanea alla celebrazione che si è tenuta a Roma, dove il nostro Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, si è recato all’Altare della Patria, il sindaco di Tramonti e tutte le autorità territoriali  hanno ricordato i caduti di tutte le guerre ponendo due ghirlande al di sotto delle lapidi celebrative  della Chiesa S. Michele Arcangelo di Gete  e del Convento S. Francesco nella Frazione Polvica.

UNA SORPRESA PER VOI

A breve verrà lanciata una nuova versione del sito con tante novità...

Prima tra tutte l' apertura della rubrica "I Perchè della Fisica",

 a cura della Prof.ssa Maria Carmela Giordano

I lavori sono già iniziati e presto Tramontipizza cambierà volto...


Al via l’iniziativa pro ambiente del comune di Tramonti

La Casa dell’Acqua

Inaugurato il nuovo servizio cittadino

La mattina del  13 ottobre 2012, alle 10,30, è stata inaugurata a Polvica, in Piazza Mercato, la “Casa dell’Acqua”, la versione moderna della vecchie fontane pubbliche.

L’erogatore altamente tecnologico, già presente in altre città della Campania, tra le quali Napoli e Mercato S. Severino, permetterà all’intera Tramonti di usufruire di acqua microfiltrata naturale o gasata sempre fresca... Continua...


Tramonti a "Linea Verde Orizzonti"

Sono state girate le riprese del programma "Linea Verde Orizzonti", trasmissione condotta da Chiara Giallonardo e Luca Sardella. Programma tv che andrà in onda domenica 4 novembre ore 10:00 su RAIUNO. La notizia della presenza delle telecamere è stata data dal sindaco Antonio Giordano.

Le riprese sono state fatte a Figlino e Paterno nel piazzale della chiesa di San Michele dove alcuni figuranti del corteo storico hanno presentato i prodotti tipici locali (pane biscottato, limoni, uve tintore, pizza, fior di latte, provoloni, melanzane col cioccolato, delizie al limone). Si è esibito anche il gruppo popolare di Corsano  mentre Giuseppe Grusso, uno degli ultimi cestai di Tramonti, ha fatto una dimostrazione della lavorazione.

A illustrare Tramonti è stato il maestro pasticciere Salvatore De Riso che da diversi anni ha impiantato a Tramonti la sua attività. l'Assessore Vincenzo Savino ha dato un prezioso supporto alla produzione.

le riprese hanno continuato presso il Conservatorio, l'antica cartiera di Pucara e  in un laboratorio di concerto, noto liquore molto conosciuto a Tramonti.


Il CERN, l’acceleratore LHC e il bosone di Higgs

La fisica nucleare sale sul palco dell’auditorium “Oscar Niemeyer”

Dal 16 al 20 settembre l’auditorium "Oscar Niemeyer” di Ravello ha ospitato il "LHCPhenoNet Mid-Term Meeting'', convegno di fisica nucleare a cui hanno partecipato fisici italiani ed internazionali. A conclusione dei lavori, la sera del 20 settembre, alle 18,30, si è tenuto un convegno pubblico finalizzato... Continua...


English for you

 

E' iniziato il corso di inglese riservato ai giovani presso il dopolavoro di Campinola, per maggiori informazioni scrivete a:

info@tramontipizza.org


Evento Italiano e Cantina S. Francesco presentano

La musica alla corte dei Re di Napoli

La cappella Rupestre e i maestri del S. Carlo si presentano ai tedeschi

 Tramonti, 9 agosto 2012- Nel suggestivo scenario della Cappella Rupestre di Gete si è tenuta la seconda edizione del concerto “La musica alla corte dei Re di Napoli”, evento promosso dall’agenzia “Evento Italiano” e dalla “Cantina S. Francesco”.  Continua...


Festival della pizza…

Iniziata la celebrazione dell’alimento più famoso al mondo

Da ieri e per altri due giorni, dieci forni a legna ed oltre quaranta pizzaioli saranno impegnati nella realizzazione del  Festival della Pizza, annuale happening estivo giunto alla sua diciottesima edizione.  Per questi giorni la piazza S. Felice della Frazione Pietre diventa luogo d’ incontro di sapori, musica e tradizioni... Continua


 

Quarta edizione de La Contrada in Festa “sagra dei sapori antichi” Lunedì 6 e Martedì 7 Agosto a Corsano – Tramonti – Salerno.

T r a canti balli e musica popolare, si possono gustare prodotti sani e genuini, sapori della nostra terra...   Continua

CALICI DI STELLE 2012

Favoleggiando  sotto  le  stelle

 Si rinnova l’appuntamento con Calici di Stelle e con le stelle cadenti. Nella notte di S. Lorenzo, il Chiostro del Convento S. Francesco ospiterà l’annuale appuntamento con i sapori e i vini doc di Tramonti e della Costa D’Amalfi... Continua


“Notte di Note Sotto la Grotta”

 trionfa il bel canto, la musica incanta Tamonti

La sera del 28 luglio si è tenuto, sul sagrato della Chiesa S. Michele Arcangelo di Gete, la settima edizione del concerto “Notte di Note sotto la Grotta”, l’annuale appuntamento con la musica d’autore che apre le manifestazioni estive.Continua...


FESTA del RESTAURO dell'ORGANO settecentesco

CAMPINOLA di TRAMONTI (Sa)


E' sorprendente e ammirevole che una piccola comunità della Costa d'Amalfi nei tempi correnti trovi il coraggio e la forza di restaurare il proprio patrimonio artistico.

Sabato 4 Agosto 2012 alle 19.30 l' organista italo-australianoSergio De Pieri inaugurerà la "FESTA del RESTAURO dell'ORGANO"della Chiesa parrocchiale di San Giovanni Battista a Campinola di Tramonti (Sa) con musiche del XVII e XVIII secolo.
Continua...


SABATO 14 IL GIUBILEO SACERDOTAL DI PADRE GIOVANNI

XXV Anniversario di Sacerdozio

(DON ARULAPPAN JAYARAJ) A CAMPINOLA DI TRAMONTI

 

Sabato 14 luglio il parroco di Campinola di Tramonti, Don Arulappan Jayaraj più comunemente noto come padre Giovanni, celebrerà il venticinquesimo anniversario di sacerdozio con la partecipazione dell'arcivescovo Orazio Soricelli e molti invitati da tutto il territorio amalfitano.

Sono molti i tratti distintivi della personalità e dell'operato di padre Giovanni: le origini, la formazione, le missioni, la presenza amalfitana, l'impegno culturale, ma soprattutto lo spirito di disarmante dedizione ai dettami evangelici che completano significativamente "il percorso di una vita nei sentieri del mondo per la causa del Vangelo". Per non dire - scherzosamente ? della "vocazione" agli incidenti motociclistici come l'ultimo di qualche giorno fa. Continua...


RINASCITA DI UN ORGANO
E DELLA MEMORIA STORICA A CAMPINOLA DI TRAMONTI (Costa d'Amalfi)

 

Non è il più grande, non è il più "sonoro", ma sicuramente è l'organo a canne funzionante più antico della Costa d'Amalfi e uno dei più antichi della Campania quello della chiesa parrocchiale di San Giovanni Battista a Campinola di Tramonti di cui si sta ultimando il restauro. La sua identità è certificata dal documento notarile conservato all'Archivio di Stato di Salerno che data al 15 febbraio 1709 l'accordo formale redatto dal notaio Luigi De Vivo fra l'organaro napoletano Carlo Rossi con Giacinto Ferro e Gio Battista Vicedomini delegati della Confraternita di San Nicola. Lo stesso atto riporta una meticolosa descrizione delle dimensioni, delle essenze di legno da usare, delle leghe per le canne, la disposizione fonica, le dimensioni e le decorazioni della cassa lignea, le modalità di pagamento e altri particolari.In base a queste indicazioni, sette mesi fa l'organo è stato preso in cura dai fratelli Giorgio e Cristian Carrara di Rumo in Val di Non nel Trentino ed ora è tornato a Campinola per riprendere il suo posto e le sue funzioni al servizio e al godimento della collettività. Continua...


COMUNE DI TRAMONTI

Prov. Salerno

                     On. Edmondo Cirielli, Gianni Milano, Luca Abete, Ulisse Di Palma,

Lara Vernaglia Lombardi, Andrea Iovino, Stelvio Cipriani e ospiti a sorpresa

a Tramonti il 5 e il 6 Maggio

per la cerimonia conclusiva della X edizione del Premio letterario “Città di Tramonti” Continua...

Invito

XIV SETTIMANA DELLA CULTURA:

un’occasione unica per riscoprire i tesori nascosti del nostro territorio

 

Proseguono le iniziative organizzate dal Centro di Cultura e Storia Amalfitana, con la collaborazione dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Amalfi, nel quadro delle manifestazioni della Settimana della Cultura indetta dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali. ...Continua

  Grave incendio distrugge L'OSTERIA REALE a Gete
  Stamani all'alba, un incendio ha danneggiato gravemente il ristorante-pizzeria  albergo dell?Osteria Reale a Gete. Il locale  è uno  dei  più noti e rinomati della Costiera, è l'orgoglio dei tramontani nel settore della  ristorazione. Il signor Luigi titolare dell''Osteria Reale è un noto chef ed è spesso presente a innumerevoli manifestazioni culinarie, tra queste  la Prova del Cuoco del 14 Aprile 2011. Le fiamme, secondo i primi accertamenti effettuati dai Vigili del Fuoco e dai Carabinieri, sarebbero partite da un quadro elettrico all?interno del locale e si sarebbero propagate  su tutta la struttura che come è noto è fatta con il tetto in legno.  Sul posto sono intervenuti tempestivamente i Caschi Rossi ed i militari dell?Arma della Compagnia di Amalfi, coordinati dal tenente Sabba e guidati sul posto dal maresciallo De Leo, lo stato del locale devastato dalle fiamme è tale da rendere difficili gli accertamenti del caso. L'incendio lascia propendere ad una origine puramente accidentale Il proprietario  stesso ha garantito che in anni di attività non ha mai subito minacce di alcun tipo.  Dell?esito dei rilievi è stato informato il magistrato di turno, il dott. Cantarella. Scioccati i titolari dell'Osteria Reale in poche ore hanno visto andare in fumo anni di sacrifici.

IN RESTAURO A CAMPINOLA DI TRAMONTI (Sa)

L'ORGANO DI CARLO ROSSI DEL 1729  SARA' L'ORGANO ATTIVO PIU' ANTICO DELLA COSTA AMALFITANA

 

E' sorprendente e ammirevole che una piccola comunità della Costa d'Amalfi nei tempi correnti trovi il coraggio e la forza di restaurare il proprio patrimonio artistico. E' la parrocchia di San Giovanni Battista a Campinola di Tramonti, ameno enclave fra i Monti Lattari degradante verso il mare di Maiori e a pochi chilometri da Amalfi e Ravello.

Dopo aver posto mano alla facciata e al pregevole campanile della chiesa che ha origine nel 1200 con vari rimaneggiamenti ma con interessanti opere d'arte, ha avviato il restauro dell'organo di scuola napoletana realizzato dall'organaro Carlo Rossi nel 1729.

Con i dovuti permessi delle autorità ecclesiastiche e della Soprintendenza per i beni storici e artistici, il restauro è stato affidato a Giorgio Carrara di Rumo in Val di Non (Trento), molto apprezzato in tutta Italia, ha maturato una profonda esperienza nel restauro degli organi storici, anche napoletani, ed è ottimo conoscitore delle più raffinate tecniche di restauro filologico e critico; inoltre ha offerto ampie garanzie sul recupero delle qualità originarie dello strumento.

Proprio come risulta dettagliatamente dall'atto sottoscritto il 15 febbraio 1729 tra lo stesso Carlo Rossi e il notaio Giacinto Ferro e Gio Battista Vicedomini deputati dalla Confraternita di San Nicola per collocarlo nella cappella della stessa nella chiesa parrocchiale.

Dopo un maldestro "restauro" nel 1956 e quelli precedenti ottocenteschi e dei primi del '900, ma pure a causa dell'incuria, lo strumento è giunto ai giorni nostri in precarie condizioni, ma non tali da scoraggiarne il recupero. E infatti sulla spinta di gran parte della popolazione Campinolese e l'entusiasmo del parroco Don Arulappan Jayaraj (per semplicare: padre Giovanni, di origini indiane) con il supporto dell'esperto in organaria e organistica Giancarlo De Marco laureato a Venezia e operativo nella Marca Trevigiana, nel novembre scorso si è passati alla fase esecutiva che dovrebbe concludersi entro giugno, donando alla comunità locale e non solo, presumibilmente il più antico organo funzionante di tutta la Costa Amalfitana. L'organo, a trasmissione meccanica con un manuale di 45 tasti, 9 registri e 383 canne con usignolo e zampogna, è racchiuso in una preziosa cassa decorata anche con i simboli di San Nicola, riportati pure sulla grande cantoria. I primi interventi confermano la preziosità dello strumento e anche delle parti lignee che, sotto l'attuale decorazione (forse dei primi del 1900) rivela un decoro pittorico di grande raffinatezza e importanza. Considerati i tempi in cui l'organo fu commissionato e costruito, è straordinario che una piccola comunità, sicuramente con molto sforzo economico e tantissima devozione, abbia desiderato profondamente adornare la propria chiesa per rendere miglior grazia al Signore.

La liturgia della Chiesa Cattolica dal 1500 è strettamente legata all?uso dell?organo a canne, strumento che come nessun altro è in grado di sostenere il canto dei fedeli e di contribuire a creare il più profondo raccoglimento e l?autentica elevazione spirituale. Anche Papa Benedetto XVI ha ribadito e raccomandato l?uso dell?organo a canne, entro e fuori dalle celebrazioni Eucaristiche. Il suono è di gran lunga più bello e armonioso rispetto ai suoni generati da strumenti elettronici che per conclamata affermazione scientifica provocano reazioni di disagio a livello cerebrale e quindi il contrario delle finalità per cui si fa musica in chiesa.

L'organo è emblema di antiche conoscenze artigianali-artistiche meritevoli di essere conservate e tramandate per le generazioni presenti e future. Proprio su questi fondamentali presupposti si poggia la volontà odierna del Parroco, dei collaboratori, del consiglio parrocchiale e il generoso contributo di tutta la comunità, residente a Tramonti o emigrata in largo e lungo per l'Italia e all'estero: onorare l'eredità degli antenati, considerare la memoria storica, prenderne coscienza con orgoglio, rinnovarne il piacere e offrirla al godimento delle generazioni presenti e future. Ancora con sacrificio, ma con esemplare slancio e commovente dedizione.

Sarà una vera festa, probabilmente l'8 luglio prossimo, per l'inaugurazione dell'antico "nuovo" organo (coincide con il venticinquesimo dei voti di Padre Giovanni) e si auspica che possa proseguire a lungo con sentiti e aulici accompagnamenti liturgici e con eventi di organisti e musicisti, non solo del Salernitano e della Campania, per l'elevazione spirituale e l'accrescimento culturale e sociale del territorio.

 

(RP Antonio De Marco 089856128 3478790007)


 A CAMPINOLA DI TRAMONTI

FESTA DI SAN SEBASTIANO E DELLE POLIZIE MUNICIPALI DELLA COSTA D'AMALFI  

In Costa d'Amalfi, generalmente il Santo Protettore di ogni località si festeggia d'estate quando rientrano gli emigrati o è prevedibile la presenza di turisti e abitanti dei paesi vicini.

A Campinola di Tramonti dove il culto di San Sebastiano è antichissimo per la presenza fin dall'anno mille di una chiesa a lui dedicata ed ora distrutta, invece viene ricordato solennemente il 20 gennaio, seppure con le limitazioni meteorologiche. E l'esito è sempre una festa più intima ed essenziale ma egualmente sentita. La singolarità però è che ormai da 17 anni i rappresentanti dei Vigili Urbani e le forze dell'ordine in genere si riuniscono a Campinola per festeggiare anch'essi il Santo che è il loro protettore, oltre che degli arcieri, degli atleti e delle Confraternite di Misericordia.  Valoroso e fedele cavaliere ai tempi dell'imperatore romano Diocleziano, venne martirizzato con le frecce per la sua intensa opera di evangelizzazione. 

A Campinola erano presenti i rappresentanti della Polizia Municipale di quasi tutti i comuni della Costa a cui si sono aggiunti anche quelli di Agerola, Corbara e Sant'Egidio, dei Carabinieri, della Guardia di Finanza, del Corpo Forestale, della Marina e di gruppi di volontariato. L'evento e stato celebrato nella chiesa parrocchiale, dedicata però a San Giovanni Battista, con una messa officiata dall'Arcivescovo di Amalfi e Cava dei Tirreni Orazio Soricelli con il vicario foraneo Don Nicola Mammato e Don Giovanni Jayaraj parroco di Campinola e un largo stuolo di giovani catechisti in una chiesa gremita di fedeli e l'accompagnamento di un affiatato coro, con un solenne e doveroso Te Deum finale.

Prima della messa, l'annesso Oratorio aveva ospitato una significativa conversazione del M.llo Sebastiano Luca D'Aleo, comandante della stazione di Tramonti,  sul tema della "Cultura della legalità" particolarmente rivolta ai giovani che hanno presenziato in buon numero: utilissime informazioni per prevenire pericolose devianze sociali o inadempienze comportamentali. Aveva fatto seguito un ampio dibattito operativo presieduto dal sindaco di Tramonti dott. Antonio Giordano durante il quale sono state evidenziate varie problematiche legate essenzialmente allo spezzettamento del difficile territorio e alle difficoltà che ci saranno per attuare le recenti direttive tese all'unione di Polizie municipali di diversi comuni confinanti, come ha sinteticamente espresso in particolare il comandante della polizia di Amalfi Agnese Martingano.

 Il terzo momento della festa si è svolto nella casa parrocchiale con un rinfresco a base di prodotti locali preparati dagli stessi parrocchiani e da alcuni ristoratori e vini dei vigneti di cui la valle è tanto ricca con un gruppo di tammorra molto effervescente. Insomma una vera festa di fede, di  incontri costruttivi ma anche di serena e amichevole convivialità e condivisione.    

Di: A De Marco

Foto: video Sirius di Tramonti   


Tragico incidente sconvolge la comunità di Campinola

Travolto a Gropello Giuseppe Oliva

durante l?allenamento in bici

I funerali si terranno a Tramonti

 

      Giuseppe Oliva, 47anni, residente a Gropello, è stato vittima di un tragico incidente stradale martedì sera mentre rientrava a casa in sella alla sua bicicletta. L?incidente è avvenuto a Groppello Cairoli(PV) in località Santo Spirito, all?altezza della fabbrica ICSS, sulla strada provinciale che da Pavia conduce a Vigevano: la dinamica dello scontro con un?automobile, che procedeva nella stessa direzione, è ancora al vaglio dei carabinieri, che ieri sono intervenuti per gli accertamenti del caso.

La comunita di Tramonti è stata  profondamente segnata da questo dolore improvviso ? lascia due figli, un fratello e due sorelle ? l?avevamo sentito dieci minuti prima dell?incidente, stava rincasando».   «Non sappiamo ancora quando si terranno i funerali, ma certamente saranno a Tramonti. Giuseppe aveva riscoperto l?hobby della bicicletta e si dedicava completamente alle due ruote raggiungendo anche città a diversi chilometri di distanza.

Martedì sera, mentre rientrava da uno dei suoi allenamenti dopo aver raggiunto la città di Piacenza: a nulla è valsa la tempestiva segnalazione dell?automobilista che ha urtato la bicicletta, per Giuseppe anche i tentativi di rianimazione da parte dei soccorritori non hanno potuto nulla. Troppo violento lo sbalzo che ha lanciato il corpo di Giuseppe a qualche metro di distanza dal punto d?impatto e gli ha provocato l?arresto cardiaco fatale.

La redazione di Tramontipizza e Tramonti tutta partecipa all'immenso dolore.


Tramonti, il Convento trasformato in casa di accoglienza.

Dopo 547 anni vanno via i francescani


Scritto da MRS

Venerdì 28 Ottobre 2011

Niente più frati francescani nell'antico convento quattrocentesco di Tramonti. L'antica struttura sarà trasformata in una casa di accoglienza per turisti, gestita da un laico che svolgerà le funzioni di direttore. Il comune della Costiera amalfitana perde così dopo 537 anni il suo punto di riferimento spirituale legato anche alle tradizioni locali. Fra' Mario Luciano che da sei anni faceva il custode è stato trasferito a Maiori. E anche quattro suore rischiano di dover andare altrove, visto che dovranno iniziare dei lavori per adeguare la nuova struttura alle nuove esigenze...Continua


Il coraggio

di rimettersi in gioco

A 56 anni, professionista già affermato, Carmine Nasti decide di frequentare, tra i primi, i corsi dell?Università della Pizza. Conquista tre pizzini e il plauso della clientela della Pizzeria Capri, il locale della sua famiglia;a Bergamo un punto di riferimento per i gourmet

 

Quando ho telefonato in pizzeria per fissare un appuntamento per l?intervista, mi è stato detto che era al mercato, alla ricerca di alcune materie prime necessarie in cucina.
Il locale è la Pizzeria Capri di Bergamo, lui è Carmine Nasti, famiglia originaria da Tramonti (Sa), un veterano della pizza di eccellenza. Una persona cristallina. E? sufficiente un veloce scambio di parole per comprendere la sua filosofia. ?Ho trovato una mozzarella di bufala a km zero ? mi ha annunciato soddisfatto -. Ottima e prodotta proprio qui nella Bergamasca?. Questo è...

Continua articolo in PDF


Chiunzi, protesta  dei cittadini
e politici per la riapertura del valico

 

Manifestazione a Tramonti per protestare contro la chiusura del valico di Chiunzi. Chiedono la riapertura, almeno provvisoria della strada provinciale che collega la costiera amalfitana con l'agro nocerino, cittadini e politici. La chiusura dell'arteria, provoca gravissimi danni all'economia di tutto il comprensorio e del comune di Tramonti.

Articoli correlati:

http://corrieredelmezzogiorno.corriere.it/

http://www.positanonews.it/

http://www.ilfogliocostadamalfi.it/

http://ecostiera.it/


 TRAMONTI, Costa di verdi boschi

Intervista di Francesco Donadini ad Antonio ed Enza De Marco - Foto di Giancarlo De Marco

Francesco Donadini, direttore dell?Accademia delle 5T, è un ?viaggiatore? (termine più opportuno in questo caso di ?turista?) con lo zaino in spalla, ovvero di quelli che usa l?auto quando è indispensabile per sostituirla appena possibile con la bicicletta o, meglio ancora, le gambe. Così vede sul serio i territori che incontra, coglie quei particolari di un?ansa o di un canalone percorso da un ruscello che, concentrati alla guida in una curva pericolosa, ci sfuggirebbero, incontra quei tanti segni di cultura antica, opere d?arte minori ma non meno belle disperse in quel mare di opere ?importanti? e famose che caratterizza il nostro paese, capita in quei siti un po? sperduti dove il prodotto è tipico sul serio, il buon mangiare non è mediato dai presunti gusti del turista.

Antonio De Marco è un ?costruttore di viaggi?, un ?maestro di viaggi?, un appassionato che sa costruire un percorso di conoscenze, scoperte, emozioni vere, senza bisogno di trasvolate oceaniche o alberghi di lusso. E una delle sue scoperte è divenuta la sua casa, dove, con amore e tempo, ha ricostruito e arricchito uno straordinario sito che coniuga natura, cultura, piacere. Francesco intervista Antonio per raccontare uno di quei luoghi un po? reconditi che arricchiscono ulteriormente i siti più famosi della nostra Italia.    Articolo intero in PDF

tratto da: www.sapori-italia.it

Altri siti:  Giardino Segreto dell'Anima Telese-De Marco

http://www.giardinosegretodellanima.com/p/presentazione.html


FESTA DEL FIOR DI LATTE:UN SUCCESSO ANNUNCIATO?

Nel pieno caldo ferragostano, tra le fresche montagne tramontane,con una invidiabilissima vista diretta sul bellissimo panorama della costiera amalfitana,i giorni 16 e 17 agosto,si è tenuta la oramai classica- per quanto giovane-sagra del fior di latte, ma il termine ?Festa?rende di gran lunga migliore l?idea delle due serate,poiché nella sua accezione storica latina,questo termine indicava giubilo pubblico, gioia nello stare insieme. Il grande pubblico, giudice ultimo e supremo, ha decretato il successo della manifestazione, gratificando l?operato laborioso degli addetti ai lavori, complimentandosi ripetutamente per la qualità dei prodotti offerti ad un prezzo davvero ragionevole, nonostante tempi economicamente critici. Il riscontro diretto non ammette controprove, 1500 partecipanti in 2 giorni di festa,sono molti,tanti a dire il vero,considerando il periodo festivo,e considerando che ci sono altre sagre, non molto distanti,che seppur storiche nel vero senso della parola, non hanno ricevuto lo stesso caldo ed entusiasmato pubblico. Ogni medaglia, però, ha sempre un duplice risvolto,e quindi per la bellissima riuscita  è da elogiare il lavoro certosino dell?organizzazione, partito diverso tempo prima, anche se con qualche importante e celebre defezione,soprattutto da parte di chi ,ahimè mi duole dirlo,avrebbe potuto trarre benefici e giovamenti dalla sagra e cioè alcuni caseifici. Nonostante tutto,tante belle iniziative, dalla singolare ?Lotteria?,condotta magistralmente dal sempre presente Ezio Taiani,che metteva in palio una coppia di caciocavalli stagionati,per palati fini, finito nelle mani, o forse nella pancia, di un fortunato signore bergamasco originario di questo splendido paese sulla costiera amalfitana. Qualcuno crede,in maniera scaramantica, che il numero 17 sia della sfortuna,eppure quella serata partita non proprio nel migliore dei modi(quando a pochi minuti dall?inizio della festa un blackout,ha tenuto all?oscuro tutto il paese per circa 15 minuti,si è temuto per la bellissima riuscita)si è conclusa con un clamoroso ?sold out?, un fiume in piena di persone, riversate per la Piazza Campinola a Tramonti a far festa,con simpatici e piacevoli balli latino americani ben gestiti dalla cantante ?Margot?e ad assaporare prodotti tipici locali,oramai storici(si dice che i primi caseari italiani fossero proprio tramontini).Nell?elogiare e nel ringraziare nuovamente tutta l?organizzazione gestita dal circolo del dopolavoro ?FE.NA.L.C? G.Ferrara di Campinola, vi do appuntamento al prossimo agosto,anzi Ferragosto(sempre 16 e 17),per i primi 5 anni della Festa, ponendovi,sulla scia di quanto accaduto fino a quest?anno,il quesito che fa da titolo a quest?articolo: FESTA DEL FIOR DI LATTE:UN SUCCESSO ANNUNCIATO? noi speriamo di sì e ci crediamo,e voi?

LOTTERIA DEL FIOR DI LATTE, NUMERI VINCENTI:

 GIORNO 16/08/2011 GIORNO 17/08/2011
1° PREMIO n°319 1° PREMIO n°493
2° PREMIO n°377 2° PREMIO n°339
3° PREMIO n°115 3° PREMIO n°115

NelloPaolo Pignalosa


GIORDANO LORENZO HA COMPIUTO IL SECOLO DI VITA.

Il Signor Giordano Lorenzo, nato a Tramonti il 09/07/1911, con i suoi cento anni di vita,  è  un vero esempio di laboriosità  per tutta la cittadinanza di Tramonti e depositario di tradizioni  che rispecchiano la civiltà e la cultura del nostro paese. Risiede in via Vitagliano della frazione Capitignano, una delle tredici borgate che compongono il Comune di Tramonti. Vive ancora autonomamente anche se  supportato da una sedia a rotelle.  Raggiunta la soglia dei 100 anni, egli porge ringraziamenti, oltre che ai suoi familiari, anche alla santa patrona della sua frazione, la  Madonna della Neve. Dopo aver trascorso gli anni bui e difficili delle due guerre (alla seconda ha partecipato come militare anche se non profondamente convinto), il 22 ottobre 1953 si unisce in matrimonio con la signora Coccorullo Mafalda, in una unione che durerà ben 46 anni. Il signor Lorenzo nella sua vita è stato sempre uomo semplice, forte d?animo e costantemente dedito alla vita contadina fin quando le forze gliel?hanno consentito. Ha amato la terra, dalla quale ha tratto sostentamento, più di qualsiasi  altra cosa. Ha lottato molto ed è sopravvissuto anche ad esperienze estreme. Ricorda quando, nella Seconda Guerra Mondiale, la nave sulla quale viaggiava militare, diretta in Corsica , affondò improvvisamente e lui riuscì a salvarsi dopo esser stato in balia del mare per ben 24 ore, munito solamente del salvagente che gli aveva dato il Capitano. Ricorda con commozione che in quell?occasione si era affidato alla Madonna protettrice della sua frazione.  È vedovo già da 22 anni, ma accetta con serenità la sua condizione perché intorno a sé ha familiari e compaesani che sono sempre pronti a tendergli una mano e a fargli sentire il calore del loro affetto.

Il giorno 17 Luglio nella piazza di Capitignano  ci sono stati i festeggiamenti per i suoi cento anni in presenza dei familiari ,delle autorità civili, militari e di tutti i concittadini  preceduti dalla Santissima Messa presieduta dal Sacerdote Don Francesco Amatruda.

Il Sindaco e tutta l?Amministrazione Comunale ha donato al Centenario una pergamena e una torta come segno di affetto e gratitudine. 

L?Amministrazione comunale e i giovani del servizio civile si uniscono a quanti stanno festeggiando i primi cento anni di Lorenzo

                                                                       Davide Amodio, Celeste Tagliamonte, Maddalena Savastano e Daniela Giordano


Nell?ambito della misura 131  del PSR 2007/2013, avente come obiettivo il Sostegno alle aziende zootecniche ovine e caprine per conformarsi alle norme comunitarie sull'identificazione elettronica degli animali e servizi di assistenza tecnica per gli allevatori, lo STAPA-CePICA di Salerno dell'Assessorato Agricoltura ha organizzato, in collaborazione con il SETTORE VETERINARIO REGIONALE,  il CREMOPAR (Centro Regionale per il Monitoraggio delle Parassitosi degli animali da Reddito), l'ARAC (Associazione Regionale Allevatori  Campania) e la Sanità Animale del Dipartimento di Prevenzione dell'ex ASL SA 1, un incontro divulgativo per informare gli allevatori ovi-caprini della Costiera Amalfitana circa i finanziamenti comunitari sull'acquisto dei boli ruminali per l'identificazione elettronica dei capi. Verranno, inoltre, approfondite le tematiche legate all'assistenza alle aziende per le parassitosi  e per gli altri aspetti dell'allevamento.
L'incontro si terrà presso il Comune di Tramonti, in località Polvica, alle ore 19,00 del 23 giugno p.v.. secondo il programma della locandina allegata. Si prega di voler diffondere l'iniziativa e si ringrazia anticipatamente.

 Il dirigente del Settore
dott. Bruno Danise

 

CENSIMENTO PIZZERIE DI

T R A M O N T I

 

SE LA TUA PIZZERIA  NON E' Presente nel nostro archivio ti preghiamo di inviare una e-mail con i tuoi dati a:

 

info@tramontipizza.org

 

 

Per verificare se sei gia presente controlla sul sito

http://www.tramontipizza.org/pizza/pizzerie-tramonti.htm

 

GRAZIE per la tua collaborazione


 



TG COSTIERA AMALFITANA

 

Lunedì 7 dicembre nasce ufficialmente il nuovo dominio www.costaamalfitana.tv, interamente dedicato alla web tv, che segna di fatto il passaggio dal vecchio sito www.costaamalfitana.it/community .


Casa Vacanze

Dalisa

Tra il cielo e il mare


http://www.nottedance.it.gg


 


scrivi a: redazione@tramontipizza.org


only sponsor