Articolo tratto da:

IL MATTINO Cronaca di SALERNO     

   ritorna alla pagina iniziale

INDICE EDIZIONI Domenica 20 Aprile 2003

IL CALENDARIO
DELLE FESTE

CONCITA DE LUCA
Per chi ha deciso di rimanere a Salerno a Pasqua, non mancano certo le proposte su come trascorrerla. Tra sacro e profano sono diversi gli appuntamenti. Da un punto di vista religioso il solenne pontificale avrà inizio alle ore 11 in Cattedrale e sarà presieduto dall'arcivescovo metropolita di Salerno-Campagna-Acerno, Gerardo Pierro. In generale tutte le chiesa hanno previsto più messe straordinarie, anche nelle ore serali. E' il caso della parrocchia Immacolata di piazza S. Francesco che ne celebrerà una alle 20.30. Stamattina si potrà anche festeggiare con un brindisi. Spumante gratuito offerto nella Villa Comunale al termine dei Concerti Aperitivo, organizzati dall'Associazione Salerno Expo Onlus e dal delegato alla Movida Enzo Bove. L'appuntamento è a partire dalle 11.45, quando ad esibirsi sarà il pianista Jarry con un concerto live che proporrà un'antologia di colonne sonore del cinema appositamente riarrangiate. A tutti gli spettatori saranno offerte le mozzarelline della Centrale del Latte di Salerno. La Pasqua sarà rivissuta attraverso la tradizione dei canti sacri a Tramonti: l'appuntamento è alle 18.30 nella chiesa del SS.Salvatore dove si esibirà l'ensemble strumentale e vocale del Teatro S. Carlo. Non mancano le proposte per veri e propri itinerari culturali, con la possibilità di visitare i maggiori siti museali della provincia, regolarmente aperti oggi e domani. A cominciare dal Castello d'Arechi visitabile, dopo i recenti restauri, nel suo nuovo look, fino alle ore 13. Stesso orario per il museo provinciale di via S.Benedetto, per la Pinacoteca provinciale e per il Museo della Ceramica di Villa Guariglia, a Raito di Vietri sul Mare. Aperti anche il Museo archeologico nazionale di Paestum e l'area dei Templi. Il primo accoglierà i visitatori per tutta la giornata, con un prolungamento serale fino alle 23. Gli antichi edifici sacri invece potranno essere ammirati fino ad un'ora prima del tramonto (ultimo ingresso alle 17.45).
Porte aperte anche per la Certosa di S.Lorenzo a Padula, il più grande complesso certosino d'Europa, riconosciuto dall'Unesco patrimonio dell'Umanità. I visitatori, oltre ai chiostri ed alle infinite stanze della certosa, potranno ammirare ancora la mostra «Le Opere e i Giorni», curata da Achille Bonito Oliva, che ha riscosso un grande successo di pubblico e di critica. Accanto al Museo Archeologico, gestito dalla Provincia di Salerno, vengono proposte le mostre permanenti «La Certosa Ritrovata» e «Le Certose d'Europa». Ingresso gratuito per i minori di 18 anni e per gli over 65. Biglietto ridotto del 50% per i giovani di età compresa tra i 18 anni e i 25 anni così come per gli insegnanti di ruolo nelle scuole statali italiane.