Articolo tratto da:

La cittā- Quotidiano di Salerno e Provincia          

   ritorna alla pagina iniziale

venerdi 1 4 marzo 2003

Vertice delle Comunitā montane
Oggi a Tramonti i rappresentanti del Meridione

TRAMONTI. I segretari delle Comunitā montane della Campania, Puglia e Basilicata si incontrano, questa mattina a Polvica di Tramonti, per discutere sulle prospettive e sul futuro degli enti da loro diretti. Un summit che servirā pure per confrontarsi e aggiornarsi sugli ultimi sviluppi legislativi. Ad organizzare l'appuntamento č stata l'associazione nazionale segretari comunitā montane attraverso la fattiva collaborazione del ''padrone di casa'' Antonio Marrazzo, che č pure responsabile della delegazione regionale. Relatori saranno Ivo De Gregorio e Rolando Scatena, rispettivamente presidente e segretario nazionale dell'Anascom. Il futuro delle Comunitā Montane non č ancora chiaro. Il ruolo ed i compiti, a livello istituzionale, continuano ad essere oggetto di un profondo dibattito che coinvolge Governo e Regioni e che tocca, a pieno titolo, tutta la problematica del decentramento amministrativo. Una riforma che passa attraverso quella pių ampia delle autonomie locali e che, al di lā delle ipotesi di soppressione oramai superate, mira a delineare in maniera definitiva la figura dell'ente sul territorio ed il rapporto con tutti gli altri organismi sovracomunali, in particolare con Regionale e Provinciale. Di recente, infatti, il Senato, accogliendo un emendamento al disegno di legge La Loggia, ha sancito, con l'articolo 6, che ''i comuni, per l'attuazione dell'articolo 18 della Costituzione in materia di esercizio delle funzioni amministrative possono attivarsi in forma singola o associata anche attraverso le Comunitā montane''. A livello regionale, invece, l'assessore Incostante, sta provvedendo alla definizione degli ambiti territoriali sulla base della collaborazione tra comuni e enti montani. Un progetto che, molto probabilmente, sarā inserito nello statuto regionale. (g.d.s.)