ritorna alla pagina iniziale

COMUNE DI TRAMONTI

****

23 NOVEMBRE 1980- 23 NOVEMBRE 2005

NEL GIORNO DELLA MEMORIA DEL TERREMOTO

****

A 25 anni dal terremoto del 23 novembre 1980, è doveroso fare memoria di quel tragico evento che strinse questo paese nella morsa della paura e dei disagi per le gravi ferite al territorio.

 

Il ricordo di quella tremenda sera è legato soprattutto al sacrificio di

 

Suor Modestina Russo

 

dell 'Ordine delle Suore Immacolatine. che perse la vita sotto il crollo del proprio istituto, alla Frazione Campinola.

 

Per fare degna memoria di quella tragedia, sublimata dall'umano sacrificio di Suor Modestina, il Comune, in collaborazione con la Comunità Parrocchiale della Frazione Campinola, intendono proporre alla cittadinanza un momento di raccoglimento e di preghiera.

Pertanto,

 

Mercoledì 23 novembre, alle ore 18,00,

nella Chiesa di S. Giovanni Battista, in Campinola,

 

sarà celebrata una Santa Messa alla quale seguirà una fiaccolata, dal piazzale della Chiesa al luogo dove Suor Modestina trovò la morte.

 

La Cittadinanza, le Autorità Religiose, le Autorità Civili e Militari. le Associazioni tutte presenti sul territorio sono invitate a questo momento di memoria comune, per dovere civico e perché esso possa essere anche momento di speranza per il futuro.

 

Tramonti, lì 18 Novembre 2005

 

 

IL SINDACO

Armando Imperato

 

 

 

Erano le 19.35 del 23 novembre 1980, quando due scosse sismiche a distanza di pochi secondi una dall'altra sconvolsero per un interminabile minuto e venti secondi una vasta area dell'Appennino meridionale, a cavallo tra l'Irpinia e la Basilicata.

 

Scosse del decimo grado della scala Mercalli che causarono oltre 2.000 morti, 10.000 feriti, 300.000 senza tetto.

 

Furono cancellate oltre 77mila costruzioni in 686 comuni ed altre 275.000 rimasero gravemente.

Lioni, Laviano, Sant'Angelo dei Lombardi, Conza, Lioni, Teora, Pescopagano... interi paesi scomparvero in pochi istanti.

 

Paesi dai nomi quasi sconosciuti, fino a ieri; ora scolpiti nella memoria.

 

Migliaia furono i volontari accorsi da ogni parte d'Italia e del mondo.

 

"Non vi dimenticheremo" disse ai terremotati il Presidente della Repubblica Sandro Pertini.

 

In queste zone a distanza di venticinque anni si parla ancora di Terremoto. www.gendaonline.it

 ha realizzato uno speciale fotografico per non dimenticare.

 

 

per informazioni rivolgersi a:

info@tramontipizza.org