Articolo tratto da:  Pagina 14

MERCOLEDÌ, 23 MARZO 2005

   ritorna alla pagina iniziale

Spett.Le Imprenditore,

Il maggiore problema di un’azienda, è quello di essere trovati; un’impresa può avere un bel sito ed offrire il miglior prodotto sul mercato ma, se nessuno lo sa, non riuscirà mai a farsi conoscere. Per questa ragione nasce la necessità di promuoversi. Il mezzo più appropriato ed economico è un banner su siti molto frequentati, da cui con un semplice "clic" il navigatore può spostarsi sul sito dell'Impresa che ha deciso di usare questa forma pubblicitaria.

Più persone accederanno, grazie al banner, al sito dell'Impresa, più grande sarà la possibilità di fare nuovi affari.

Entra anche tu e conquista il nostro mercato

www.tramontipizza.org 

il portale internet delle pizzerie di TRAMONTI.

oltre 3000 pizzerie.

 

stampa modulo e spedisci
Modulo da spedire

Il Comune corre ai ripari per la messa in sicurezza del territorio. L’Autoritá di bacino compila la mappa del rischio

 

Tramonti ora chiede lo stato di calamitá

 

Accertate 58 frane a seguito del maltempo delle scorse settimane

 

• TRAMONTI. Più di cinquantotto frane accertate che hanno creato tanti disagi e moltissimi inconvenienti a tutta la popolazione. E reso, in qualche caso, quasi impraticabile la viabilitá interna. Frazioni rimaste isolate, erogazione del gas sospesa in alcuni borghi, e difficoltá a qualsiasi spostamento, anche di pochi metri. E’ il resoconto dei danni provocati dall’ondata di maltempo delle scorse settimane a Tramonti.

• Di smottamenti ce ne sono stati veramente ovunque ed è stato necessario anche sgomberare alcune abitazioni, minacciate dai movimenti del terreno. Per far fronte a tutti gli interventi da realizzare, in modo da mettere in sicurezza le aree maggiormente colpite, il consiglio comunale, presieduto dal sindaco Armando Imperato, ha chiesto ufficialmente che venga dichiarato lo "stato di emergenza e calamitá naturale" e richiesto "interventi di somma urgenza".

• Durante i lavori dell’assise non sono mancate le polemiche, soprattutto per alcune situazioni che, a detta della minoranza, potevano essere evitate. Alla fine, tuttavia, si è giunti alla conclusione di remare tutti verso lo stesso traguardo, per far sì che non possano accadere altri episodi del genere. E, soprattutto, che si corra velocemente ai ripari.

• «Come Comune - ha spiegato il primo cittadino - abbiamo fatto il possibile e, a volte, anche l’impossibile. Teniamo costantemente sotto controllo il territorio, in collaborazione con la Comunitá montana "Penisola amalfitana" e l’Universitá di Salerno, avvalendoci di strumenti adeguati per prevenire eventuali situazioni di pericolo».

• Nel frattempo tutte le aree che hanno subito i dissesti idrogeologici saranno anche controllate e verificate dall’Autoritá di bacino. L’Ente, infatti, ha comunicato all’amministrazione comunale di aver programmato un calendario di attivitá volte proprio a verificare i danni e i pericoli causati dalle frane. Sará, in pratica, redatta una "mappa" e verranno catalogati tutti i movimenti franosi.

Gaetano de Stefano

 

per informazioni rivolgersi a:

info@tramontipizza.org