Articolo tratto da:

Venerdì, 01 Aprile 2005

   ritorna alla pagina iniziale

Spett.Le Imprenditore,

Il maggiore problema di un’azienda, è quello di essere trovati; un’impresa può avere un bel sito ed offrire il miglior prodotto sul mercato ma, se nessuno lo sa, non riuscirà mai a farsi conoscere. Per questa ragione nasce la necessità di promuoversi. Il mezzo più appropriato ed economico è un banner su siti molto frequentati, da cui con un semplice "clic" il navigatore può spostarsi sul sito dell'Impresa che ha deciso di usare questa forma pubblicitaria.

Più persone accederanno, grazie al banner, al sito dell'Impresa, più grande sarà la possibilità di fare nuovi affari.

Entra anche tu e conquista il nostro mercato

www.tramontipizza.org 

il portale internet delle pizzerie di TRAMONTI.

oltre 3000 pizzerie.

 

stampa modulo e spedisci
Modulo da spedire

La Fiera di San Vincenzo: tra fede e tradizione

 

…E da una pensilina sbuca San Vincenzo che saluta i visitatori

E’ la festa che dà il benvenuto alla primavera, con i suoi colori e lo sbocciare della natura. La fiera di San Vincenzo a Corsano, nel lunedì in Albis, rappresenta dalla fine dell’’800 un momento di osmosi collettiva, dove, dopo un lungo inverno (da tanti anni mai così freddo), ci si apre alla vita relazionale e si accoglie i visitatori con l’atmosfera che da tempo persiste: tradizione mischiata ad una profonda fede religiosa.

Nacque come fiera per il commercio del bestiame, visto che l’economia di Tramonti era basata sull’agricoltura. Con gli anni si è poi tramutata in una grande fiera mercato, dove si trovano oggetti irreperibili, ma anche tutto ciò che riguarda la casa, l’abbigliamento, attrezzature per l’agricoltura, per l’artigianato.

Quest’anno i visitatori, oltre ad essere stati accolti come sempre dal suono della Banda, da Padre Saverio e dal comitato festa (il presidente è Remo Romano, con l’ausilio di Quirino Francese che ha abbreviato i chilometri di distanza che separano Tramonti ad Asti, città dove lavora, per amore della sua terra natìa), hanno trovato una piccola novità, realizzata sì dal Comune, ma con l’aiuto tecnico di gran parte della comunità: all’interno di una pensilina, una cappella con l’immagine di San Vincenzo, santo patrono della borgata, saluta i visitatori che troveranno sosta in quest’angolo di paese. Un modo per testimoniare sempre la fede di una popolazione che ha bisogno di ritrovarsi intorno a dei valori che li accomuna e li fa sentire devoti

 

per informazioni rivolgersi a:

info@tramontipizza.org