ritorna alla pagina iniziale

Spett.Le Imprenditore,

Il maggiore problema di un’azienda, è quello di essere trovati; un’impresa può avere un bel sito ed offrire il miglior prodotto sul mercato ma, se nessuno lo sa, non riuscirà mai a farsi conoscere. Per questa ragione nasce la necessità di promuoversi. Il mezzo più appropriato ed economico è un banner su siti molto frequentati, da cui con un semplice "clic" il navigatore può spostarsi sul sito dell'Impresa che ha deciso di usare questa forma pubblicitaria.

Più persone accederanno, grazie al banner, al sito dell'Impresa, più grande sarà la possibilità di fare nuovi affari.

Entra anche tu e conquista il nostro mercato

www.tramontipizza.org 

il portale internet delle pizzerie di TRAMONTI.

oltre 3000 pizzerie.

 

stampa modulo e spedisci
Modulo da spedire


  STRADA AMALFITANA CHIUSA VEDERDI PER PROTESTA CONTRO LA SITA


Amalfi. Prezzi alti e servizi insufficienti porteranno venerdì una protesta contro la SITA, la società che gestisce il trasporto pubblico in Costiera Amalfitana. Il  “Comitato intercostiero per un trasporto efficiente” in Costiera amalfitana scenderà in piazza venerdì 30 settembre ’05 per un corteo di protesta che si terrà ad Amalfi da via Maestra dei Villaggi all’altezza dl vallone “CIECO” fino a piazza Flavio Gioia con partenza alle ore 8.30.Tariffe più eque, blocco degli aumenti e miglioramento dei servizi di trasporto. Lo chiederanno i cittadini della Costiera Amalfitana durante il corteo di protesta in programma venerdì ad Amalfi a cui aderiranno consulte di quartiere, studenti, insegnanti, professionisti, politici, pensionati e casalinghe. Insomma, tutte le fasce sociali che usufruiscono del trasporto pubblico scenderanno in piazza per contestare gli aumenti e l'utilizzo di mezzi talvolta obsoleti. L'iniziativa, che vede in prima linea il neonato «Comitato intercostiero per un trasporto efficiente», a cui aderiscono cittadini e amministratori di numerosi comuni della Divina, si è resa necessaria in seguito al disinteresse degli organi regionali a cui si erano rivolti i promotori della protesta inscenata alla fine dell'agosto scorso. I manifestanti torneranno a bloccare il traffico veicolare anche per chiedere l'introduzione del biglietto speciale «Unico Costiera» da vendere al prezzo di 80 centesimi di euro così come accade da tempo a Salerno, e l'immediato ripristino delle vendite degli abbonamenti settimana, nonché l'istituzione di quelli annuali particolarmente utili a studenti e pendolari. Durante il corteo, che si snoderà alle 8.30 di venerdì dalla località Cieco, in prossimità dell'ex albergo Cappuccini, i manifestanti, oltre all'utilizzo di mezzi di trasporto ecocompatibili, chiederanno anche una revisione degli orari Sita con corse più frequenti e meglio distribuite sul territorio della Costiera. 

“La manifestazione – dice Stanislao Balzamo, il coordinatore del comitato -, tra l’altro,vuole suscitare l’attenzione del consorzio Unico Campania e dell’assessorato regionale ai trasporti sul malumore creatosi in tante famiglie di pendolari o dei quartieri periferici a seguito del recente incremento del 17% del prezzo degli abbonamenti. Tale aumento ingiustificato va a sommarsi alle croniche carenze del trasporto pubblico in costiera amalfitana, dove le tabelle orarie e il numero delle corse della SITA non tengono conto delle moderne esigenze di mobilità e delle trasformazioni avvenute nella distribuzione della popolazione sul territorio. Lo stesso parco automezzi che la SITA utilizza in costiera – continua Balzamo -, evidenzia in molti casi l’obsolescenza degli stessi, con scarichi tossici rilasciati nell’aria e guasti frequenti che più volte hanno lasciato a metà del tragitto molti passeggeri. In una fase di crisi economica generale un aumento tanto consistente a fronte di un servizio tanto insufficiente contribuisce a mettere a repentaglio i delicati equilibri economici di numerose famiglie. Il neonato Comitato, a cui aderiscono consigli di quartiere, studenti, politici, pensionati, operai, professionisti, casalinghe, con un documento inviato alla SITA, alla Regione ed ai Comuni della Costiera richiede tariffe più eque e blocco degli aumenti con l’introduzione del biglietto speciale per i cittadini della costiera al prezzo di 0,80 euro, così come accade per tanti Comuni del salernitano, con il biglietto speciale Unico Salerno; ripristino immediato degli abbonamenti settimanali;  vendita, da subito, degli abbonamenti annuali e speciali per studenti in costiera;corse più frequenti e meglio distribuite;rispetto degli orari, in particolare per le corse verso le frazioni; mezzi di trasporto eco-compatibili.

Michele Cinque 28/09/05

per informazioni rivolgersi a:

info@tramontipizza.org