Articolo tratto da:

   ritorna alla pagina iniziale

martedì 27 gennaio 2004


Dibattito in corso
''Consorzio tra i vigili in Costiera''

TRAMONTI. Un consorzio tra i vari comandi di Polizia municipale della Costiera. E l'obiettivo al quale mirano i vigili urbani della Divina per coordinare le operazioni e avviare una fattiva e proficua collaborazione. Per il momento, però, è solo una proposta, destinata, tuttavia, a concretizzarsi con l'avvento dell'Unione dei Comuni. Un progetto, quest'ultimo, da tempo in cantiere e non andato ancora in porto a causa non solo dell'iter burocratico ma anche di qualche ''incomprensione'' tra le varie amministrazioni. Una volta che si taglierà il traguardo, e i beni informati assicurano che non passerà ancora molto tempo, si realizzerà anche il consorzio tra i bobbies del comprensorio amalfitano che coinvolgerà pure tutte le altre forze dell'ordine. E, a beneficiarne sarà tutto il territorio, da Vietri a Positano, in quanto si potrebbe avere non solo una complementarietà dei servizi ma anche un organizzazione diretta tra i comandi che potranno, così, di volta in volta, ''prestare'' agenti in caso di eventi o manifestazioni in altri paesi. Senza considerare lo scambio di ''informazioni'' per gli altri compiti istituzionali tra cui quelli di salvaguardia del paesaggio dall'abusivismo edilizio. Del programma se ne è parlato in occasione del raduno dei Vigili urbani che si è tenuto alla frazione Campinola in occasione della ricorrenza di San Sebastiano. Un confronto ben riuscito che è stato aperto dal comandante della locale polizia municipale Francesco Amato e che è stato ravvivato dai sindaci di Tramonti, di Atrani, di Agerola e dal vice comandante di Amalfi Franco Pisani. (g.d.s.)