Articolo tratto da:

La città- Quotidiano di Salerno e Provincia          

   ritorna alla pagina iniziale

mercoledì 24 settembre 2003

Nove ore per domare il rogo
Ancora fiamme nella pineta di Tramonti

Gaetano de Stefano


TRAMONTI. Ancora incendi in Costiera. Alla frazione Pucara di Tramonti le fiamme hanno avvolto la pineta che si estende sul versante sinistro della valle. Per le operazioni di spegnimento è stato necessario pure l'intervento dell'elicottero che, dall'alto, ha versato migliaia di litri d'acqua prelevata direttamente dal mare. A terra, invece, hanno operato le squadre della Comunità montana e gli uomini della Forestale. Il primo intervento è stato quello di ripulire il sottobosco, per non far trovare terreno fertile al fuoco. Un lavoro duro, durato dalle 9,30 della mattina fino alle 6 del pomeriggio, che ha dato i suoi frutti. Solo quando tutti i roghi sono stati definitivamente estinti sono iniziate le operazioni di bonifica dell'intera zona. Resta alta l'allerta in quanto si teme che altri roghi possano essere appiccati sul comprensorio. Che gli incendi siano di origine dolosa oramai non c'è più alcun dubbio anche se, fino ad ora, nessun piromane è stato colto con le mani nel sacco. Resta il dato sconcertante che, da luglio ad agosto, la Costiera è stata accerchiata dal fuoco. In molti casi, solo per la prontezza degli interventi è stato possibile evitare che le fiamme raggiungessero i centri abitati. Con questi righi l'equilibrio idrogeologico della Costiera amalfitana, già di per sé precario, è stato compromesso ancora di più. E le conseguenze si potrebbero sentire già con le prime piogge, quando sarà altissimo il rischio di frane e smottamenti sia lungo la Statale amalfitana che nelle strade provinciali.