Articolo tratto da:

La città- Quotidiano di Salerno e Provincia          02 dicembre 2003

   ritorna alla pagina iniziale

Festa a Tramonti per il nipote del sindaco Alberto Imperato in tv tra i raccomandati di Rai

TRAMONTI. Non è nato in Costiera ma porta le radici della terra dei suoi genitori dentro di sé. Alberto Imperato, 19 anni, nipote del sindaco di Tramonti Armando Imperato, ritorna sulla Divina ogni anno, così come fanno tutti i tramontini emigrati in ogni parte del mondo. Alberto è cresciuto a Fiorano, in provincia di Modena, vicino Maranello, la patria della Ferrari, nella zona dove il ''suono'' non è rappresentato solo dal rombo dei motori ma pure dalla musica lirica. E al contrario dei altri suoi coetanei ha deciso di far sua proprio la seconda passione, quella per il bel canto. Ha studiato come baritono-tenore e la settimana scorsa si è esibito nel corso della trasmissione ''I Raccomandati'' su Rai uno. I suoi padrini sono stati Carmen Russo e Enzo Paolo Turchi ai quali, a loro volta, il diciannovenne era stato ''segnalato'' da un altro tramontino ''doc'' Lello Apicella, che a Maranello gestisce uno dei ristoranti più rinomati della provincia di Modena, ''Lo Smeraldo''. A fare da supporto ad Alberto Imperato, nel corso del programma televisivo, una nutrita schiera di amici e parenti venuti in gran parte da Tramonti. E, naturalmente, tutte le televisioni del paese della Divina erano sintonizzate sul primo canale per seguire le performance del bravo cantante. Il quale non ha deluso le attese, interpretando prima il ''Tuca tuca'' in versione lirica, con Carmen Russo e Enzo Paolo Turchi che ballavano, e quindi, ''Granata'' che ha ancora più esaltato il suo possente timbro vocale. Gli applausi si sono sprecati e pure l'esito finale della ''gara'' tra raccomandati non ha deluso le attese. Alberto, infatti, si è classificato al secondo posto. Per adesso il canto è solo un hobby ma non è escluso che in futuro possa diventare la sua professione.