Tramonti, il corteo storico e la sua gente

 

I vestiti sono stati rigorosamente studiati in base all'epoca, il 1400. Giorno e notte, per diversi mesi, le sapienti sarte di Tramonti hanno messo su un grande atelier all'interno delle proprie case.

Le pettinature e i gesti, coordinati per il contesto rievocativo, raccontavano un'epoca lontana ma ancora presente nei propri geni. Il menù solo ed esclusivamente fatto con prodotti locali e con ricette tramandate nei secoli.

I 150 personaggi che hanno dato vita alla prima edizione del corteo storico “città di Tramonti” hanno vissuto e fatto vivere un pezzo di storia sconosciuto alla maggioranza e cioè quando Tramonti, nel 1461, nella lotta con gli Angioini per la conquista del Regno di Napoli, fu fedele al sovrano aragonese e da allora ebbe privilegi e il riconoscimento di “città”.

La ricostruzione di questo evento è merito dell'associazione Gete e della sapiente consulenza storico-artistica di Giuseppe Gargano, professore instancabile di storia locale, e di Domenico Taiani, anche lui insegnante e appassionato di questa terra.

Ma se tutto è sembrato filare per il verso giusto è anche perché un'intera popolazione, senza distinzione alcuna, e coordinata da Giuseppina Guida e da Maria Carmela Giordano, ha preso parte a questo momento collettivo, simbolo di un popolo e della sua preziosa storia.

Il corteo è partito dal convento di San Francesco, in frazione Polvica, che come ha spiegato Giuseppe Gargano nel suo commento fatto durante l'intera sfilata è stato rappresentato “da un percorso centralizzato intorno all’antica sede della municipalità tramontana, ove amava radunarsi l’ Universitas Transmonti, gli emblemi dei tredici casali che attualmente compongono la Terra Transmonti, ognuno rappresentato dai propri simboli e da quei personaggi che realmente furono presenti a quella festa di popolo: Polvica, Campinola, Capitignano, Cesarano, Corsano, Figlino, Gete, Novella, Paterno Maggiore o S. Arcangelo, Paterno Piccolo o S. Elia, Pietre, Ponte, Pucara; a cui occorre aggiungere gli altri di un tempo: Bolvito, Grisignano, Pendolo, Solfizzano, Trognano”.

Questo stesso evento storico, e cioè il sostegno al sovrano aragonese e dei conseguenti riconoscimenti, viene già ricordato a Cava de'Tirreni con l'esibizione degli sbandieratori, presenti per l'occasione anche a Tramonti.

Dopo la sfilata, il momento più emblematico: il discorso di re Ferdinando I, noto come Ferrante d'Aragona, ai tramontani e la presentazione dei casati storici “arricchitisi in età angioina – ha spiegato Gargano - anche mediante la proficua attività di mutuatores dei sovrani, cominciava, così, ad assumere titoli nobiliari, in parte in virtù dei riconoscimenti di gratitudine del re aragonese e dei suoi successori”.

Insomma a quei tempi Tramonti, nonostante fosse lontana dalle grandi realtà, era considerata una terra operosa e riconosciuta nel suo piccolo ma importante ruolo.

 

(foto di Maria Rosaria Sannino – mrsannino@ecostiera.it )

 

TRAMONTI Primo Corteo storico

               
TRAMONTI-Primo TRAMONTI-Primo TRAMONTI-Primo TRAMONTI-Primo TRAMONTI-Primo TRAMONTI-Primo TRAMONTI-Primo
TRAMONTI-Primo TRAMONTI-Primo TRAMONTI-Primo TRAMONTI-Primo TRAMONTI-Primo TRAMONTI-Primo TRAMONTI-Primo TRAMONTI-Primo
TRAMONTI-Primo TRAMONTI-Primo TRAMONTI-Primo TRAMONTI-Primo TRAMONTI-Primo TRAMONTI-Primo TRAMONTI-Primo TRAMONTI-Primo
TRAMONTI-Primo TRAMONTI-Primo TRAMONTI-Primo TRAMONTI-Primo TRAMONTI-Primo TRAMONTI-Primo TRAMONTI-Primo TRAMONTI-Primo
TRAMONTI-Primo TRAMONTI-Primo TRAMONTI-Primo TRAMONTI-Primo TRAMONTI-Primo TRAMONTI-Primo TRAMONTI-Primo TRAMONTI-Primo
TRAMONTI-Primo TRAMONTI-Primo TRAMONTI-Primo TRAMONTI-Primo TRAMONTI-Primo TRAMONTI-Primo TRAMONTI-Primo TRAMONTI-Primo
TRAMONTI-Primo TRAMONTI-Primo TRAMONTI-Primo TRAMONTI-Primo TRAMONTI-Primo TRAMONTI-Primo TRAMONTI-Primo TRAMONTI-Primo
TRAMONTI-Primo TRAMONTI-Primo TRAMONTI-Primo TRAMONTI-Primo TRAMONTI-Primo TRAMONTI-Primo TRAMONTI-Primo TRAMONTI-Primo
TRAMONTI-Primo TRAMONTI-Primo TRAMONTI-Primo TRAMONTI-Primo TRAMONTI-Primo TRAMONTI-Primo TRAMONTI-Primo TRAMONTI-Primo
      TRAMONTI-Primo        

TRAMONTI Primo Corteo storico
MRS
13/07/2009

info@tramontipizza.org