giornali on line elenchi telefonici alitalia trenitalia meteo governo italiano
Direttore:     M. R. Sannino 

prima pagina

cronaca

politica

cultura

sport

tempo libero

annunci

e-mail

archivio

  Storia

  Territorio

  Luoghi da visitare

  Prodotti tipici


  Sindaco e Giunta

  Numeri Utili

  Come Arrivarci


  Servizi demografici


  Album Fotografico

 Le Parrocchie

  Mangiare & Dormire

  Aziende

  Servizio Taxi

  Orari Sita -PDF

  Dati e cifre

  Meteo a Tramonti


  Asmez.it/tramonti

  AmalfiStore.it

  èCostiera

 Saperviaggiare

  Prodotti tipici

  Starnetwork

  Giracostiera.com

  Tramontivacanze.it


PIZZA & PIZZERIA

Enologia a Tramonti

"Città del Vino"


  Osteria Reale


  "a scippata"C.Apicella



Pietro Tagliafierro

 
Le mie gambe sanno che io non le posso usare
ma io non le maledico,

le mie braccia non potranno alzarsi insieme
ma io non le odio.
Le odio e le maledico solo se fanno del male.

 

27 Luglio 2006

Natascia & Raffaele

sposi


"La prima

 pizza al piatto

 all'aquila? Opera di mio fratello "Ciccillo"

 

15 Luglio 2006

Gelsomina & Enzo

Sposi

Auguri Vivissimi


 

Nel 2004 questo sito ha avuto 1.060.103 contatti e tu

sei il visitatore numero:

Info

PIZZA & PIZZERIA di Tramonti

PIZZE,  CALICI   E  MISS,   COME  PURE   ASFALTO  E BOTTI  DI VINO NON  POSSONO ESSERE  UNA SCUSA  PER  NON  DARE  LE  DIMISSIONI, SIGNOR SINDACO.



(si consiglia di leggere il testo la sera, a casa: la politica è discussione pubblica dei problemi di Tramonti,  non bisogna lasciarla chiusa nelle stanze degli eletti in Comune; mettere i cittadini in condizione di conoscere i fatti è nostro dovere.)

 

Le  vostre dimissioni per  l'affare case popolari, signor sindaco, sono urgenti....nell'ottobre 2005, avete scritto alla Regione una lettera appassionata in cui avete affermato, in riferimento ai prefabbricati da rimuovere, che...vi erano.."famiglie in stato di estremodisagio"..alloggiate."in condizioni di degrado e di invivibilità.".Avete con forza dichiarato."CHI PUO' ASSUMERSI LA GRAVE RESPONSABILITA' POLITICA E MORALE DI CONSENTIRE IL PERMANERE DI SITUAZIONI ABITATIVE COSI' GRAVI?.." 
(queste famiglie)..."sono in attesa di sollecita conclusione dei lavori ed altrettanto sollecita assegnazione." degli appartamenti in fase di costruzione; nella lettera si  precisa che la graduatoria provvisoria dei richiedenti  ".comprende ben 100 aspiranti!".UNA  VERA EMERGENZA  ABITATIVA!!!!!
 

DOPO LE VOSTRE CHIACCHERE,  VEDIAMO   I  FATTI...

 

A) Avete fatto il bando di concorso per l'assegnazione delle case nel dicembre del 2003: i giornali locali da settimane erano pieni delle vostre dichiarazioni:  .." .dopo Natale inizieranno i lavori di smantellamento dei prefabbricati e costruzione di 39 appartamenti di case popolari,...". Le famiglie bisognose fecero di corsa le scale del Comune per presentare le domande.. LA GARA D'APPALTO FU FATTA  NEL MARZO 2004,  I LAVORI SONO INIZIATI UFFICIALMENTE NEL 2005!!!

Nel giugno 2006 la magistratura ha sequestrato due edifici a Polvica, con le stesse motivazioni che 165 cittadini, una petizione popolare, un consiglio comunale convocato apposta nel 2004, l'opposizione dell'epoca e un comitato civico attuale vanno ripetendo da quasi mille giorni ( quasi tre anni anni): case in costruzione in Zona R3 ( pericolosa per frane) senza i preventivi lavori di riduzione del rischio.   Per tutto questo tempo voi invece avete sempre detto che era tutto a posto !!Invece di dare un tetto  alle famigli bisognose, avete dato un tetto ad uffici comunali negli appartamenti dell'ex scuola di Cesarano: c'è o non c'è l'emergenza abitativa?

C) Da mesi sono pronti  i sei appartamenti dell'ex scuola di Ferriera: perché non vengono assegnati? Esiste o non esiste ..." il permanere di situazioni abitative così gravi".?

D) Se 100 famiglie attendono ."..la sollecita conclusione dei lavori  ed altrettanto sollecita assegnazione.."..,    perché non si costruiva e completava  un edificio alla volta, per poter  fare .."la sollecita assegnazione ".. degli appartamenti?  Che senso ha  iniziare tutti e cinque i palazzi delle case popolari senza completarne nessuno?  Che cosa devono dimostrare gli scheletri dei palazzi incompiuti?  Che nel paese ci sono "quelli che remano contro, che non fanno bene a nessuno" come amate definirci in ogni occasione, signor Sindaco?

Oppure sono la dimostrazione della vostra incapacità, signor Sindaco?  La vostra  continua e cocciuta politica di negazione di legalità e trasparenza nell'"affaire " case popolari , da  oltre 1000 giorni ad oggi, ha dato questi risultati: 1) Il blocco dei finanziamenti della Regione,dopo il primo acconto.  2) il sequestro da parte della magistratura di due edifici, perché non sono stati rispettati i requisiti per la sicurezza della vita delle persone che vi andranno ad abitare, a causa del rischio elevato di frane. Legalità e trasparenza invece avrebbero già fatto entrare le famiglie nelle nuove case, da mesi.

O invece sono il risultato della fretta di far combaciare il bisogno di case di 100 famiglie con l'ipotesi  dello sfratto  del sindaco (le elezioni comunali del 2004)? Il voto disinteressato di tanti cittadini che hanno premiato l'impegno dell'amministrazione per  dare casa ai bisognosi,  ha permesso, ad oggi, un 'unica assegnazione di casa: quella comunale  al sindaco, la vera urgenza. Tutti gli altri 100 possono ancora aspettare!!!!!

 

DIMISSIONI   PER LE  TASSE   DEI   TRAMONTANI..

Se  pensate che nel 1995 l'Ici incassata dal comune era di 300 milioni, mentre oggi è di oltre 600.000  euro, vi farete un'idea di quanti soldi ogni anno, insieme ad altre imposte e tasse, entrano nelle casse del Comune. Non solo, oltre alle tasse incassate anno per anno, a disposizione del Comune sono anche gli arretrati riscossi per effetto del censimento dei tributi: somme queste che, messe assieme,  a partire dal 1999 ammontano a svariati  milioni di euro.

Che fine hanno fatto questi soldi? Non  c'è traccia di stanziamenti per investimenti produttivi: .clamoroso è il caso delle zone PIP (piani insediamenti produttivi) di Pietre, il Comune ha deciso di abbandonare il Consorzio. Il comune certamente sapeva che le aree erano in zona R3, a rischio frana, quindi inedificabili se non fossero fatti lavori di riduzione del rischio.  Mentre in tutt'Italia i Comuni si accollano le spese per le opere di urbanizzazione delle zone PIP , a Tramonti queste sono state appioppate al Consorzio.

Opere di urbanizzazione, riduzione del rischio frane su tutto il territorio.c'era bisogno di un mare di soldi! Ma negli anni i bilanci consuntivi del Comune hanno sempre presentato robusti avanzi di amministrazione:  tutte tasse recuperate, disciplinatamente versate dai cittadini , che messe assieme arrivano a milioni di euro.     Milioni spesi  per pagare presunti debiti fuori bilancio (il macello comunale al cognato del sindaco e con che delibera!); per finanziare " manutenzioni straordinarie di vie comunali" che servono esclusivamente a grandi  elettori ( la saggezza contadina di un cittadino ha chiamato " la strada morta",  la tangenziale Pendolo- Novella); le erogazioni a pioggia alla miriade di associazioni nate negli ultimi anni, le decine di convegni, manifestazioni e cerimonie di ogni genere, mentre si introduce il ticket per l'assistenza anziani ; si ha il coraggio di chiedere ai cittadini,  il  5  per mille dell'Irpef  da versare al Comune per iniziative  assistenziali e infine si aumentano gli affitti degli appartamenti comunali  di Cesarano, Capitignano e Figlino ( da 165 a 200 euro  - da 205 a 250  euro mensili)!!

Centinaia di migliaia di euro pagati per  spese legali: o i cittadini sono impazziti o nella pubblica amministrazione di Tramonti c'è qualcosa che non funziona, vista  la quantità di contenzioso e l'importo delle parcelle degli avvocati. Senza dimenticare gli incarichi per trattare  problemi legali del Comune, dati all'avvocato personale del Sindaco  quando il Comune ha già un proprio avvocato regolarmente stipendiato..il conflitto  di interessi  si ferma a Chiunzi e a Ponteprimario!!.  Ultimo esempio  di quanto appena detto: con  la delibera n. 122  del luglio scorso, la giunta comunale ha liquidato 15.000 euro , al famoso studio legale di fiducia del Sindaco, quale emolumento per due vertenze sostenute contro un ex dipendente ed un cittadino che rivendicava un diritto. E' noto che il Comune ha perso la vertenza contro l'ex dipendente e per questo  gli ha già pagato 10.000 euro; nel dispositivo della sentenza, ripreso poi dalla delibera di giunta comunale n. 83 del maggio scorso, è disposto che tutti gli atti  vengano trasmessi alla Corte dei Conti. Ora ci poniamo la domanda:  le parcelle  degli avvocati non debbono essere trasmesse anche loro  alla Corte dei Conti ? E perché nella delibera n.122 non c'è scritto? C'è un'omissione?  Volontaria o involontaria? Trasparenza non c'è!!  Dubbi  tantissimi...

Le centinaia di migliaia di euro pagati per consulenze  tecniche.. si resta senza parole visti i risultati: per tutti valga,  ancora una volta,   la via crucis della rimozione dei prefabbricati e la costruzione delle case popolari, il numero delle opere pubbliche che si riesce ad avviare  a fronte del programma annuale previsto dal bilancio.

E' di fine giugno l'ultimo esempio di utilizzo dei soldi delle tasse dei cittadini: nel 2005 il Comune ha avuto un avanzo di amministrazione di 175.000 euro;  il 28 giugno, ad appena tre mesi dall'approvazione del bilancio 2006, vengono presi  142.000 euro dall'avanzo per finanziare ulteriori spese per convegni (41.000 euro);  per consulenze altri 24.000 euro;  per il gas della piscina 18.000 euro, il resto  impiegato per far fronte alle spese del personale. Che cosa commentare?   Che  la giunta comunale è incapace di prevedere le spese per convegni  e consulenze oppure sa fin troppo bene che  gli stanziamenti per queste cose  sono delle variabili impazzite che necessitano ogni due-tre mesi di trasfusioni di euro...vedrete che la stessa cosa succederà a settembre e a novembre!! Ma se queste sono spese che si ripetono qualcuno, nel consiglio comunale, si dovrebbe alzare e dire almeno che.." l'avanzo di amministrazione non si può utilizzare per spese ripetitive ."..è scritto in qualche legge;  legalità e trasparenza calpestate anche per  mantenere in piedi il carrozzone del consenso  all'amministrazione comunale.

DIMISSIONI PER EVITARE CHE  UN SINDACO-PADRONE  SI TRASFORMI IN UN SINDACO-PADR........

 

Si resta senza parole  leggendo la lettera che il sindaco ha fatto il mese scorso, al  proprietario e gestore di un locale pubblico a Polvica : la minaccia esplicita di chiusura dell'attività se il malcapitato non avesse acconsentito a far passare sulla  sua proprietà , il braccio volante di una betoniera per la gittata di un solaio di un vicino. INCREDIBILE:  IL SINDACO MINACCIA LA CHIUSURA NON PER  INADEMPIENZE IGIENICHE O NORMATIVE,  ma solo perché il vicino del malcapitato era molto più vicino al sindaco del malcapitato stesso ? O era la ditta che stava nell'atrio destro del cuore del sindaco? Impiegare tempo  e denaro per   beghe di vicinato la dice lunga sull'impegno di un sindaco, ma il modo e le parole usate fanno pensare che il nostro primo cittadino stia subendo una mutazione genetica strisciante.: da padreterno a padrone, con il rischio reale di diventare padrino!!!  DIMISSIONI URGENTI, SIGNOR SINDACO!!! PER SALVARE LA VOSTRA ANIMA!!
 

DIMISSIONI PER IL MANCATO RISPETTO  DELLO STATUTO....

Lo statuto è la costituzione del Comune: è la carta dei diritti e dei doveri dei cittadini di Tramonti,  adottato e approvato dal Consiglio Comunale e  dall'attuale sindaco, è entrato in vigore nel 2000. Le norme contenute nello statuto hanno valore di legge, perché  provengono da leggi dello stato. In un articolo c'è scritto che è dovere di un consigliere partecipare alle sedute del Consiglio Comunale;  nel caso di tre assenze consecutive alle sedute del Consiglio,  il Sindaco avvia un procedimento di   revoca della carica ,invitando il consigliere a presentare le motivazioni delle sue assenze in un certo periodo di tempo, non inferiore a 20 giorni; dopodichè il Consiglio comunale si riunisce e delibera.

Ci siamo spiegati bene:  E' IL SINDACO CHE CONTROLLA LE ASSENZE DEI CONSIGLIERI E AVVIA IL PROCEDIMENTO DI DICHIARAZIONE DI DECADENZA DEL CONSIGLIERE ASSENTEISTA...; IL SINDACO E' OBBBLIGATO DALLA LEGGE E DALLO STATUTO A FARE   QUESTO..

Il dr. A.Arpino e il dr. A. Ferrara, consiglieri comunali di opposizione, da tempo non partecipano alle sedute del Consiglio comunale.

In un paese normale, il Sindaco  avvisa i consiglieri assenteisti e apre la procedura prevista dallo Statuto

..INVECE A  TRAMONTI non succede niente: signor sindaco non ve ne siete accorto o fate finta di niente?   Quando un cittadino primo dei non eletti( il sig. D. Guida), scrive al Sindaco e gli ricorda  la norma dello Statuto, SOLO  ALLORA  il primo cittadino avvia il procedimento previsto dallo Statuto verso i consiglieri assenteisti, ma  notate bene con che modalità: nell'oggetto della lettera, è citata la richiesta del sig. Guida come se fosse questa l'origine del procedimento e non perché è un dovere d'ufficio del sindaco, in applicazione di leggi e statuto comunale!!!   E POI  LA CILIEGINA  SULLA TORTA : I CONSIGLIERI ASSENTEISTIHANNO TEMPO 120 GIORNI  (QUATTRO MESI)  PER PRESENTARE  LE LORO  GIUSTIFICAZIONI DELLE ASSENZE!!!!

Il tempo comunque passerà ed il Consiglio Comunale voterà sulle assenze dei

Consiglieri : qualsiasi sarà la sua decisione, sarà accettata serenamente e senza recriminazioni, sarà solo un rarissimo esempio di democrazia  nel nostro paese.

A NOSTRO AVVISO, sono molte le sedute ,ben più di tre, cui qualche consigliere è risultato assente: cioè la triplice assenza si è già verificata per il passato ma il sindaco non ha visto!!!

E qui entra in ballo il segretario  Comunale che nega al sig: Guida, la visione delle delibere di Consiglio comunale, dalle quali si deducono esattamente chi e quante volte non è andato ad un Consiglio Comunale, nega ad un cittadino un  diritto scritto nello statuto.

Le motivazioni   scritte fatte dal segretario comunale di Tramonti, per giustificare il rifiuto a far consultare le delibere , sono un'offesa alla categoria dei segretari comunali , persone degne e competenti.

Per telefono, a voce e adesso per iscritto si ribadisce     che , mentre tramite Internet oppure aprendo la Gazzetta Ufficiale o il Bollettino regionale, chiunque può leggere le delibere  di Prodi o di Bassolino e le leggi del Parlamento , a Tramonti non si possono leggere (NON FARE LE COPIE!!!!) le delibere del Consiglio Comunale!!!

Dice il segretario comunale: ."..lei deve dimostrare l'interesse.."...ma l'interesse di che? Le delibere di Consiglio Comunale sono atti di indirizzo generale, che interessano tutti i cittadini, qualsiasi sia l'argomento deliberato!!

Signor sindaco, il vostro braccio destro o sinistro cioè il segretario comunale,  che siede  nell'ufficio di fronte al vostro, lo sa che voi ,inviando al sig. Guida, cittadino primo dei non eletti, la copia di inizio procedimento di decadenza dalla carica di consigliere, avete certificato il suo interesse??

Signor  Sindaco, GATTA CI COVA, perché se fosse vero che le tre assenze consecutive di qualche consigliere si sono verificate ben prima del marzo di quest'anno, dovrete cominciare a pensare di richiamare il vostro avvocato di fiducia,  perché verrete tranquillamente denunciato alla Procura della repubblica.

Signor Sindaco considerato che voi non siete George Bush e che nel Comune non c'è Condoleeza Rice, visto che l'amministrazione comunale di Tramonti non possiede o intende costruire la bomba atomica, verificato che non esiste una delibera che impone il segreto di Stato sugli atti del Comune,  ci spiegate perché un cittadino non può leggere una delibera di CONSIGLIO comunale archiviata?  Ci sbagliamo o qualche mese fa, avete riempito i muri del paese con un manifesto che osannava l'amministrazione comunale perché aveva fatto l'amministrazione digitale, da casa si accedeva  ai servizi comunali per via telematica.... la casella archivio delibere è desolatamente vuota!!! A chi hanno fatto bene i soldi spesi?  Certamente non ai cittadini di Tramonti!!

Ma è ferragosto e il calendario dei festeggiamenti è pieno zeppo: non vogliamo farvi perdere altro tempo, signor sindaco.

Continueremo il mese prossimo a far conoscere ai cittadini di Tramonti, l'altra faccia della medaglia dell'amministrazione comunale sempre che la S.V. non ci faccia la sorpresa delle dimissioni dalla carica : dice un principio etico  "FAI  QUEL  CHE  DEVI, ACCADA  QUEL CHE PU0' ".

 

TRAMONTI  14  AGOSTO 2006

 

GIUSTIZIA  E  LIBERTA'  PER  TRAMONTI
(aderente al partito politico "Italia dei valori"-Di Pietro)

 

 
POSTA

Ci hanno Scritto:

Bene comincio col dirvi grazie,

Finalmente c'è  movi...

Scrivete di tutto...o solo

Dopolavoro Campinola


LINK UTILI


  Pagine gialle

  Pagine Bianche

  Aci

  Camere Commercio

  Governo Italiano

  Ministero della salute

  Provincia salerno


SONDAGGI

  Perchè sono emigrato?


DOLCI RICORDI

 Anniversari


SITO

  Perchè TramontiPizza

  Chi Siamo

  Dove siamo

  Obbiettivi

  Elenco Associati

  Modulo  iscriz.


PASSATEMPO

  Scarica il Karaoke

  Scarica file midi

  Canzoni Napoletane



Il giornalista Beppe Francese interviene sulla rivista - Pizza & Core per la "qualifica del pizzaiolo"


FORUM

TRAMONTIPIZZA


ISOQUALITY GROUP


Associazione

 

Nuovi Orizzonti




Siti Autogestiti

cerca su:

Google

web

tramontipizza


Politica e Informazione Tramonti e Costiera


 

www.positanonews.it



www.elezionipositano.it


Asociazione Culturale

Hop Frog




 

Segnala

www.tramontipizza.org

a un tuo amico  in Italia e  all'estero

Il tuo nome:

Email destinatario:

Commenti e suggerimenti:

Scrivici a: info@tramontipizza.org