tramontipizza

Web  
 

 

Dir.:M.R.Sannino

Tramonti Pizza Benvenuto nel sito di Tramonti e dei suoi pizzaioli nel Mondo

 

 

Ritorna alla pagina precedente
http://www.tramontipizza.org/fino 25 apr
 
Ultimissime


Isabella


21 giugno 2011

Sostegno alle aziende zootecniche ovine e caprine per conformarsi alle norme comunitarie sull'identificazione elettronica degli animali e servizi di assistenza tecnica per gli allevatori


13 giugno 2011

ROBERTO DAY LA VIA DEL SORRISO CONTINUA A SCALA  IN  COSTIERA AMALFITANA


13 giugno 2011

Costiera Amalfitana: Volley week end??? UN SUCCESSO!!!!


Cade l'aereo di GIOVANNI FERRARA Commozione e sgomento a Campinola-TRAMONTI


 
 
 
 

RINASCITA DI UN ORGANO
E DELLA MEMORIA STORICA A CAMPINOLA DI TRAMONTI (Costa d'Amalfi)

 

Non è il più grande, non è il più "sonoro", ma sicuramente è l'organo a canne funzionante più antico della Costa d'Amalfi e uno dei più antichi della Campania quello della chiesa parrocchiale di San Giovanni Battista a Campinola di Tramonti di cui si sta ultimando il restauro. La sua identità è certificata dal documento notarile conservato all'Archivio di Stato di Salerno che data al 15 febbraio 1709 l'accordo formale redatto dal notaio Luigi De Vivo fra l'organaro napoletano Carlo Rossi con Giacinto Ferro e Gio Battista Vicedomini delegati della Confraternita di San Nicola. Lo stesso atto riporta una meticolosa descrizione delle dimensioni, delle essenze di legno da usare, delle leghe per le canne, la disposizione fonica, le dimensioni e le decorazioni della cassa lignea, le modalità di pagamento e altri particolari.In base a queste indicazioni, sette mesi fa l'organo è stato preso in cura dai fratelli Giorgio e Cristian Carrara di Rumo in Val di Non nel Trentino ed ora è tornato a Campinola per riprendere il suo posto e le sue funzioni al servizio e al godimento della collettività.
E' proprio ai primi di giugno del 1729 che l'organo fu collocato sull'ampia cantoria, dove è rimasto per tutto questo tempo, subendo però alcuni interventi di "riqualificazione", come si dice oggi: sicuramente nel 1859 ad opera dell'organaro Filippo Ragona, nel 1886 con Giuseppe Picardi, nel 1937 (quando l'allora parroco don Carlo Pasquali scriveva …"l'organo minaccia di non suonare più") e nel 1956 per mano dell'organaro cavese Francesco Venditti.
Interventi che non sono stati completamente rispettosi della conservazione delle caratteristiche originarie dello strumento, anzi stravolgendone spesso il carattere e la consistenza. Anche le decorazioni pittoriche delle parti lignee della casa e della cantoria sono state manomesse ai primi del 1900 con una sovrapposizione molto pesante e grossolana.
Adesso l'organo è tornato alle caratteristiche originali con il restauro di gran parte delle canne in metallo e legno e il ripristino di due intere file di canne incautamente asportate, il rifacimento del somiere, dei pomelli dei nove registri, della meccanica e dei mantici a corde.Unico inserimento, ma reversibile, è una pedaliera a leggìo di otto note e un elettroventilatore.
E' stato accordato con temperamento inequabile per renderlo più adeguato all'accompagnamento liturgico quotidiano.
La restauratrice umbro-avellinese Quirina Martone sta restauraando anche i fregi dorati e la decorazione pittorica riportandola a quella originaria, rilevando un raffinato fondo grigio cielo ed eleganti disegni floreali, identici a quelli della cantoria dove nella parte centrale campeggia uno splendido medaglione in oro con gli attributi propri di San Nicola.
La cantoria e la scala di accesso sono state rinforzate a cura di Silvio Amato con varie collaborazioni di volontari.
L'inaugurazione ufficiale è stata fissata per la sera di sabato 4 agosto con la partecipazione dell'organista italo australiano Sergio De Pieri con un programma che esalterà tutte le caratteristiche peculiari dell'antico strumento. Ma ci saranno anche una pre inaugurazione, una serie di incontri con i giovani che già operano nell'accompagnamento liturgico nelle parrocchie di Tramonti e poi un ambizioso calendario di concerti con organisti o differenti formazioni della Costa d'Amalfi e della Campania con alcune partecipazioni di levatura internazionale. Sarà pubblicato anche un cd con tutte le fasi del restauro.
L'intento è di costituire a Campinola, proprio con questo antico e pregevole organo, un punto di riferimento e attrazione per quanti fanno musica o la amano.
Protagonisti di questa rinascita sono i restauratori, Giancarlo De Marco che ha redatto il progetto, le gerarchie della Diocesi di Amalfi e Cava de' Tirreni, ma soprattutto Don Arulappan Jayaraj (per i parrocchiani e gli amici, più semplicemente Padre Giovanni) e tuttala comunità Campinolese, vicina e lontana, che con esemplare slancio e generosità sta sostenendo questo e altri interventi per il recupero della memoria storica e culturale, per appropriarsi dei valori più autentici e tramandarli alle future generazioni.
Le melodie che questo antico organo saprà donare saranno una maggiore esaltazione delle celebrazioni e un giusto riconoscimento a tutti gli sforzi e al desiderio di elevazione spirituale e crescità sociale e culturale del territorio.

Antonio De Marco

Foto 1  2  3


                  

CENSIMENTO PIZZERIE DI

T R A M O N T I

 

SE LA TUA PIZZERIA  NON E' Presente nel nostro archivio ti preghiamo di inviare una e-mail con i tuoi dati a:

 

info@tramontipizza.org

 

 

Per verificare se sei gia presente controlla sul sito

http://www.tramontipizza.org/pizza/pizzerie-tramonti.htm

 

GRAZIE per la tua collaborazione


 



TG COSTIERA AMALFITANA

 

Lunedì 7 dicembre nasce ufficialmente il nuovo dominio www.costaamalfitana.tv, interamente dedicato alla web tv, che segna di fatto il passaggio dal vecchio sito www.costaamalfitana.it/community .


Casa Vacanze

Dalisa

Tra il cielo e il mare


http://www.nottedance.it.gg


 


scrivi a: redazione@tramontipizza.org


only sponsor