giornali on line elenchi telefonici alitalia trenitalia meteo governo italiano
Direttore:     M. R. Sannino 

prima pagina

cronaca

politica

cultura

sport

tempo libero

annunci

e-mail

archivio


locandina

fronte - retro



Pizzeria del mese

ogni mese viene inserita gratuitamente una pizzeria di Tramonti


Per inserire la tua attività scrivi a

info@tramontipizza.org



Rassegna Stampa

  Antichi Sapori

  Osteria Reale

  La carta artigianale


Enologia a Tramonti

"Città del Vino"



Eno Stampa

Il vino dei pizzaioli di Tramonti


Hotel Daniel-BASIANO


Nuove Aperture

Scrivici per avere

il tuo sito personale su TRAMONTIPIZZA




invia una e-mail con l'indirizzo del tuo sito a:

info@tramontipizza.org


FORUM

TRAMONTIPIZZA

 

Nel 2004 questo sito ha avuto 1.060.103 contatti e tu

sei il visitatore numero:

Info

PIZZA & PIZZERIA di Tramonti

• Last updated:


Allevamento tonni in Costiera amalfitana: un coro di no

Durante il convegno “Costiera amalfitana un mare da proteggere”,svoltosi il 10 febbraio a Maiori, l’assessore regionale all’ambiente Luigi Nocera, il deputato dei Verdi, Grazia Francescato e tutti gli ambientalisti, professori ed esperti, hanno ribadito, con dati scientifici, che un allevamento di tonni in costiera amalfitana sarebbe dannoso per l’intero ecosistema. Ci sarà ora un tavolo di concertazione fra i vari enti e associazioni.

Un tavolo di concertazione tra tutti gli enti competenti quali Comuni, Provincia, Regione, Parco dei Monti Lattari, Comunità Montana, ambientalisti ed organizzatori del convegno. Lo ha proposto l’assessore regionale all'ambiente, Luigi Nocera che ha individuato come linea mediana la possibilità di valutare più serenamente eventuali rischi dell’impianto di stabulazione dei tonni in progettazione a Cetara. “E’ comunque inimmaginabile prevedere un allevamento del genere in Costiera Amalfitana” ha poi aggiunto l' assessore intervenuto a Maiori nel corso del convegno sul tema “Costiera amalfitana, un mare da proteggere” promosso dal comitato formato da Italia Nostra, Greenpeace e Wwf col patrocinio del Comune di Maiori.Il Convegno, nel corso del quale è stata invocata da parte del rappresentante regionale l’urgenza di un confronto fra enti, ha fatto registrare un serrato dibattito tra le varie componenti ambientaliste e i numerosi partecipanti (ricercatori, politici e produttori) i quali hanno espresso diverse posizioni, ma tutte con la convinzione che un allevamento di tonni sarebbe impensabile e deleterio per l'ecosistema della costiera amalfitana, e per l'immagine che ne ricaverebbe questo patrimonio dell'Umanità.“Il nostro obiettivo - ha dichiarato Raffaella Di Leo, presidente regionale di Italia Nostra - è quello di confrontarci, dati scientifici alla mano, sugli effetti che l’allevamento potrebbe avere sull’ecosistema marino”. Un problema, questo, sottolineato anche da Carlo Trozzi, direttore tecnico di Techne Consulting, secondo il quale “il progetto approvato dal Comune di Cetara presenterebbe alcuni limiti in quanto non ci sarebbero solo indicazioni generali e non offrirebbe nessuna garanzia per preservare le esigenze del comprensorio amalfitano”.Di parere diametralmente opposto è stato l’intervento di Alfonso Pappalardo. “Noi tuteliamo la specie perché viviamo con i tonni – ha detto il vice presidente del consorzio del tonno rosso del Mediterraneo – Si dovrebbero colpire, piuttosto, tutti i pescatori dilettanti che fanno strage di novellame. Vogliamo esclusivamente allevare i tonni da noi pescati per poi rivenderli direttamente ai giapponesi senza alcuna mediazione e questo perché la pesca indiscriminata del tonno ha portato il comparto quasi al collasso. Oggi, in gioco, c’è la sopravvivenza di più duecento famiglie”.No alle gabbie in Costiera è anche la ferma convinzione di Grazia Francescato, parlamentare dei verdi e componente della Commissione Ambiente della Camera, secondo la quale "è a rischio l'intero ecosistema, e non possiamo più immaginare di sfruttare in questo modo il nostro ambiente, inimmaginabile poi, pensare di realizzare un allevamento di tonni proprio qui, in questo territorio che dovrebbe essere tutelato".Di un incarico neutrale che possa far svanire ogni dubbio sul presunto inquinamento degli impianti di stabulazione ha parlato, invece, Salvatore Gagliano. “Con la Regione nel ruolo di mediatore bisogna affidare un incarico ad un laboratorio scientifico per studiare il problema e sgombrare il campo da qualsiasi dubbio”. Ma i dubbi sono stati fugati nettamente dal professore Giovanni Fulvio Russo dell'Università la Parthenope di Napoli e da Valerio Zupo, della stazione zoologica "A.Dohrn" di Napoli: "gli effetti sarebbero devastanti - hanno affermato entrambi, dopo aver presentato al folto pubblico presente in sala, una relazione scientifica - ed è auspicabile che la regione faccia un piano regionale delle acque, valutando rischi ed eventuali effetti economici positivi". Ma tutti gli interventi hanno puntato anche sull'immagine negativa che riceverebbe la costiera amalfitana: "sarebbe un boomerang - hanno affermato i diversi albergatori presenti - e così per dar lavoro a poche famiglie, rischieremmo di avere un collasso generale di tutta la costiera amalfitana che si basa sul turismo". Un video realizzato da Greenpeace, grazie alla presenza di Alessandro Giannì, responsabile mare della più importante associazione ambientalista al mondo - ha poi mostrato cosa concretamente si verificherebbe in un ecosistema con la presenza di un allevamento di tonni. Nei mari della Croazia, dove sono presenti una cinquantina di allevamenti, non basterà un secolo a far ritornare in vita i fondali, ora praticamente senza vita.

 

Foto Video Sirius

POSTA

Ci hanno Scritto:

Bene comincio col dirvi grazie,

Finalmente c'è  movi...

Scrivete di tutto...o solo

Dopolavoro Campinola


LINK UTILI

  Storia

  Territorio

  Luoghi da visitare

  Prodotti tipici


  Sindaco e Giunta

  Numeri Utili

  Come Arrivarci


  Servizi demografici


  Album Fotografico

 Le Parrocchie

  Mangiare & Dormire

  Aziende

  Servizio Taxi

  Orari Sita -PDF

  Dati e cifre

  Meteo a Tramonti


comunetramonti.it

 Asmez.it/tramonti

 AmalfiStore.it

 èCostiera

Saperviaggiare

 Prodotti tipici

 Starnetwork

 Giracostiera.com

 Tramontivacanze.it


 Pagine gialle

 Pagine Bianche

 Aci

 Camere Commercio

 Governo Italiano

 Ministero della salute

 Provincia salerno


SONDAGGI

  Perchè sono emigrato?


DOLCI RICORDI

 Anniversari


SITO

  Perchè TramontiPizza

  Chi Siamo

  Dove siamo

  Obbiettivi

  Elenco Associati

  Modulo  iscriz.


PASSATEMPO

  Scarica il Karaoke

  Scarica file midi

  Canzoni Napoletane



Il giornalista Beppe Francese interviene sulla rivista - Pizza & Core per la "qualifica del pizzaiolo"


Poeti e poesia


Associazione

 

Nuovi Orizzonti





Siti Autogestiti

Google
Inserisci i termini di ricerca

Web

tramontipizza

Invia modulo di ricerca


Politica e Informazione Tramonti e Costiera


In Allestimento

 

www.positanonews.it

 

Rinvio a giudizio per il sindaco di Tramonti

 

Ravello Lisa Mascolo ci ha lasciato




Casa del gusto di Tramonti, il progetto amalfitano in mostra a Venezia

 


news

salernonotizie


TRAMONTI:L'educational tour della stampa turistica arriva in Costiera

 

In Israele si gustano pietanze Salernitane e di Tramonti



www.elezionipositano.it



Asociazione Culturale

Hop Frog





 

Segnala

www.tramontipizza.org

a un tuo amico  in Italia e  all'estero

Il tuo nome:

Email destinatario:

Commenti e suggerimenti:

 





ISOQUALITY GROUP


Scrivici a: info@tramontipizza.org